Trentola Ducenta

Il trentolese Natale è il Re del Mini Italian Poker Tour

Vincenzo NataleTRENTOLA DUCENTA. E’ il re della versione ‘mini’ dell’Italian Poker Tour Pokerstars, è pro del team EuroPk e gioca a poker da appena nove mesi invece di lavorare visto che, in tempi di crisi, conviene ‘grindare’ sui tavoli live e online.

E’ la scheda in pillole di Vincenzo Natale, ‘La Talpa’, player casertano che è salito alla ribalta del panorama nazionale per aver vinto la prima edizione del Mini Ipt giocata a Venezia Ca’ Noghera a fine luglio e per aver centrato poi il tavolo finale, uscendo sesto, alla seconda tappa di Nova Gorica: due edizioni, due piazzamenti, 50,000 euro in tasca a fronte di un investimento di appena 1,400 euro. “E continuerò a giocare tutti i Mini Ipt perchè sono messo bene in classifica e posso, voglio e devo arrivare primo in questa nuovissima competizione italiana”, dichiara il 47enne player pro di Europk.

Nove mesi che gioca e già la sponsorizzazione arrivata dopo la vittoria del Mini Ipt: “Una cosa bellissima ed è arrivato tutto così in fretta. Come ho detto gioco da poco online, ho aperto un conto 9 mesi fa e sono arrivati i primi risultati. Su una room ho vinto quasi 20,000 euro in poco tempo e mi sono qualificato poi per vari Ipt Main Event su Pokerstars. Poi è arrivata Europk e ho riscattato ottimi bonus e premi anche lì”.

Gustavo Zito, capitano del team, si sta scoprendo un ottimo talent scout e ha subito stretto l’accordo con Natale: “E’ una persona splendida che già conoscevo da tempo, sempre educato e umile in ogni circostanza, due anni fa mi incoraggiò a partecipare ai tornei di poker. Per me era un mondo nuovo ma le iscrizioni per me erano costosissime. Poi piano piano con le vincite online mi sono potuto avvicinare”.

E lui ha ripagato subito la fiducia piazzandosi ancora a premio al Mini Ipt di Nova Gorica. Un torneo fatto su misura per lui. “Penso che il field e la struttura si addicano bene alle mie caratteristiche ma devo essere stato assistito anche da una buona dose di fortuna nonostante gli assi, la mia ‘bestia nera’. Quando ero secondo chip leader con coppia d’Assi sono stato chiamato da A10 e al flop è sceso 10-10-3″. Ho dovuto arrampicarmi sugli specchi per arrivare al tavolo finale”.

Com’è il tuo stile di gioco? “Dipende dai giocatori e dall’andamento che si verifica durante il torneo. Il mio stile è variare strategia e confondere gli avversari”. Decisamente la scelta migliore a livello di poker strategy.

Conosciamo meglio Vincenzo Natale. “Sono di Trentola-Ducenta paese in provincia di Caserta, non sono giovanissimo, ho 47 anni, ma li porto molto bene (sorride, ndr). Sono un piccolo imprenditore edile ma è un periodo di crisi. Però per natura sono caparbio mi piace mettermi in competizione e così sono stato catapultato in questo mondo misterioso e affascinante come il poker. Complice la stagnazione nel lavoro un giorno mi sono detto che se avessi messo la convinzione giusta sarei riuscito anche nel poker. Per questa disciplina conta molto la testa. Poi aspetto tempi migliori per il lavoro”.

Prossimi tornei che giocherai? “Per adesso sono contentissimo di giocare in Italia poi vediamo. Ovviamente il mio sogno Las Vegas, almeno una volta vorrei respirare quel bellissimo ambiente che circonda il casinò anche se non sono abituato a lunghi voli e un po’ mi spaventano. Ma se mi pagano l’iscrizione sono convinto che la paura mi passerà”. E’ una persona molto solare Vincenzo e sorride ancora per l’ennesima battuta.

“Le mie carte preferite? Le coppie piccole perchè se il flop mi aiuta posso ottimizzare molto la mia mano. Amo in modo particolare la coppia di 6”.

Parliamo degli altri players: in Europk chi preferisci tra i tuoi compagni. E tra i big players chi stimi di più? “Senza dubbio Phil Ivey, di gran lunga il migliore. Europk? Sono tutti bravi!”, conclude diplomaticamente il re del Mini Ipt.

scritto da Cesare Antonini per www.gioconews.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico