Teverola

Varco nel muro di via Campanello, impedito il transito dei disabili

 TEVEROLA. E’ ancora polemica sul muro di via Napoli, nel quale è stato aperto un varco pedonale per consentire il collegamento tra via Campanello e il cosiddetto “rione Casaluce”.

Non solo perché non c’è stato il completo abbattimento del muro (a causa, secondo alcuni residenti del rione Casaluce, del diniego dei vicini di via Campanello e in particolare di un assessore che abita in quella strada, ndr.) ma anche perché il varco è stato corredato di transenne. A tal proposito, il comitato civico “Teverola in Positivo”, presieduto da Salvatore Pisano, in una lettera inviata al sindaco Biagio Lusini, condanna la decisione dell’amministrazione comunale poiché “in dispregio di tutte le leggi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche” e che dunque “non tiene conto di chi, sfortunatamente, è portatore di handicap, di chi è costretto sulla sedia a rotelle ad affrontare i rischi della strada provinciale Teverola-Casaluce, ad alta densità di traffico ed unica via per transitare da un rione all’altro”.

Pertanto, il comitato chiede, nel più breve tempo possibile, la rimozione delle transenne e di rendere esecutivi gli atti deliberativi approvati ad inizio del 2010 dal commissario prefettizio, su proposta dell’ufficio tecnico, affinché sia completamente abbattuto il muro. Nel contempo, chiede alla locale stazione dei carabinieri l’accertamento di un’eventuale violazione della normativa vigente in materia di barriere architettoniche e l’eventuale sequestro del muro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico