Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Rifiuti, Sorvillo: ”Vicenda vergognosa che calpesta ogni regola democratica”

Sorvillo SPARANISE. Non accenna a calmarsi la querelle in atto tra il Comune di Sparanise ed il Consorzio Unico di Bacino.

Le dichiarazioni del commissario Tortorano apparse oggi su Il Mattino riaccendono i toni della polemica al punto tale che il sindaco Sorvillo ha convocato una conferenza stampa ai margini della quale è stato diffuso il seguente comunicato che riportiamo integralmente.

“Mi fa piacere che il commissario Torturano si ricorda, finalmente, che a Sparanise la “situazione è gravissima”, – si legge – forse inconsciamente, è la prima ammissione seria sulla vicenda Cub. Effettivamente la situazione è gravissima al punto tale che già la precedente amministrazione, con apposita delibera n°15 del 31 maggio 2006, disponeva l’affidamento ad altri che non fosse il Consorzio. Giusto per la cronaca, gli altri membri dell’opposizione sono a favore dell’immondizia per strada. Sono anni, infatti, che il Comune di Sparanise, e per esso la struttura amministrativa, quotidianamente segnala i disservizi alla Procura della repubblica di Santa Maria Capua Vetere, alla Prefettura di Caserta ed allo stesso Cub. Il Commissario è evidentemente disinformato. Tuttavia, noto con piacere che finalmente anche lui scrive alla Procura della Repubblica. Mi preme ribadire che questo Comune non ha mai prodotto un atto senza prima aver preventivamente dato comunicazione agli enti competenti, dunque siamo leggibili e tracciabili. Basti pensare che ad oggi non riusciamo a chiudere i conti con il Cub perché fino al 4 ottobre 2010, dopo esserci lamentati pubblicamene ed a mezzo stampa, non erano ancora arrivate le fatture relative ai mesi di maggio, giugno, luglio ed agosto. Inoltre, mi preme ricordare che non esistono conti in sospeso per l’anno 2009, a meno che il Cub non riconosca atti interni alla propria struttura. Per quanto concerne il 2010, nel momento in cui ci verranno riconosciuti i disservizi, le carenza e le disorganizzazioni che ci hanno letteralmente costretto ad intervenire continuamente per tentare di tenere pulita la nostra città, il Comune di Sparanise è disponibile a pagare. In definitiva, per quanto concerne l’ammontare dei debiti citati nella scheda pubblicata a margine dell’articolo, tengo a precisare che la cifra riportata non corrisponde alla reale situazione economica in quanto i mesi di gennaio febbraio, marzo e aprile sono stati pagati decurtando le spese sostenute per i servizi sostitutivi, conformemente alla prassi da sempre adottata nei rapporti tra Comune di Sparanise e Cub. In merito al passaggio di cantiere degli addetti, il Commissario Torturano farebbe bene a rivolgersi altrove, o meglio, farebbe bene ad individuare le vere cause che impediscono ad oggi il passaggio di cantiere. Relativamente alle ordinanze sindacali, vorrei solo ricordare che non è ammissibile abbandonare la città per oltre due settimane e più precisamente dal 24 settembre all’8 ottobre, senza raccogliere un solo grammo di immondizia e poi negare l’esistenza delle criticità. Sia ben chiaro sin da oggi che non siederò a nessun tavolo di concertazione che non preveda la presenza di almeno un magistrato quale membro di garanzia. Lo stesso dicasi per i dipendenti, per i quali ritengo di aver già adempiuto a tutti i passaggi necessari alla loro problematica occupazionale. Questa – conclude il sindaco Sorvillo – è una vicenda vergognosa che calpesta ogni regola democratica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico