Sant’Arpino

“Giovani nella Giustizia”, patrocinio morale del Comune

Giuseppe LetteraSANT’ARPINO. L’amministrazione comunale di Sant’Arpino, guidata dal sindaco Eugenio Di Santo, su proposta dell’assessore alla Cultura, avvocato Giuseppe Lettera, ha concesso il patrocinio morale all’associazione “Giovani nella Giustizia”, …

… per la manifestazione tenutasi sabato 22 ottobre a Napoli nell’incantevole cornice di CastelCapuano presso la Biblioteca “A. De Marsico” dove è stato presentato il Libro dal titolo “Il Profumo della Libertà”. Presente per l’occasione ed in rappresentanza del comune atellano, sempre attento a tematiche di rilevanza sociale, il vicesindaco, Gianluca Fioratti.

Il volume è stato presentato dal dottor Stefano Amore, segretario dell’associazione “Giovani nella Giustizia” e consigliere giuridico del ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo”. Questa la frase del magistrato antimafia Paolo Borsellino, che campeggia come sottotitolo sulla copertina del libro “Il profumo della libertà”, una raccolta di memorie e testimonianze dedicate alle figure dei giudici Giovanni Falcone e Borsellino, vittime della mafia.

La pubblicazione del libro, interamente curata dal Ministero della Gioventù, avviene a diciotto anni dalla strage di via D’Amelio, in cui persero la vita Borsellino e gli uomini della sua scorta, ed ha come scopo quello di tenere viva, anche tra i giovani che non li hanno conosciuti, la memoria di due eroi italiani, giunti sino all’estremo sacrificio per difendere lo Stato e i suoi valori dalla minaccia della mafia e della criminalità organizzata.

“Il profumo della libertà”, arricchito dalla prefazione del Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, dalla toccante lettera di Manfredi Borsellino, figlio di Paolo, dall’introduzione del Procuratore Nazionale Antimafia, Piero Grasso, e da un’intervista all’ex sindaco di New York, Rudolph Giuliani, raccoglie numerosi contributi di chi è stato collega di Falcone e Borsellino e di chi oggi ne raccoglie l’eredità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico