Sant’Arpino

Banco alimentare, iniziativa dell’associazione “Padre Ziello”

Padre ZielloSANT’ARPINO. Un’attività di raccolta e di distribuzione gratuita di alimenti recuperati dall’industria alimentare e distribuiti agli enti e alle associazioni non profit che assistono persone indigenti.

Questo lo scopo dell’iniziativa Banco alimentare alla quale, da più di un anno, ha aderito l’Associazione intitolata a “Padre Pasquale Ziello”. In occasione del fine settimana dedicato all’opera del banco alimentare Campania, il Presidente dell’associazione, Antonio Lupoli, ha voluto sottolineare che “saremo presenti alla manifestazione di sabato pomeriggio insieme ai volontari dell’associazione e al sindaco Eugenio Di Santo perché è ormai già un anno che la nostra associazione riesce a dare, grazie a questa nuova iniziativa, un aiuto e un ulteriore concreto segno di speranza a chi ha più bisogno. Un’opportunità che ci consente, in pratica, di portare a casa delle famiglie bisognose, un “pacco alimentare” contenente cibo di prima necessità”.

Lupoli ha specificato che l’associazione prende il nome dal missionario originario del nostro paese che, agli inizi del secolo scorso, fu ordinato sacerdote nel seminario di Aversa e svolse la sua missione nella Birmania Orientale dove, nonostante la difficile situazione politica e sociale, riuscì a portare sollievo e pace attraverso la fede alla popolazione. Un’intera vita, dunque, dedicata all’aiuto e al supporto dei più sfortunati.

“E’ per questo motivo – ha spiegato Lupoli – che abbiamo deciso di intitolare a Padre Ziello la nostra associazione che si propone di portare aiuto e sollievo a chi ne ha più bisogno. Quello del banco alimentare è un progetto al quale abbiamo avuto l’opportunità di aderire grazie ad un’indicazione e all’impegno del sindaco che, venuto a conoscenza di questa importante possibilità, si è immediatamente attivato affinchè anche la nostra associazione potesse usufruirne. E’ stato lui stesso a mettere in evidenza che questa iniziativa rappresenta una prova tangibile del fatto che la solidarietà e la generosità continuano ad essere più forti della crisi economica, riescono a dare una risposta concreta ai bisogni materiali e contribuiscono anche a spezzare quella catena della solitudine che sempre più spesso attanaglia le persone e le famiglie. La costanza del nostro Sindaco e la sua volontà di fare sempre di più per i bisognosi ci hanno consentito, dunque, di attivare un servizio che permette alla nostra associazione di contribuire alla lotta contro lo spreco del cibo oltre che di dare un ulteriore segno di vicinanza e, ovviamente un sostegno materiale, a tutte le famiglie che hanno difficoltà anche ad arrivare alla fine del mese”.

Lupoli ha poi ricordato che “come promesso in campagna elettorale Di Santo ha devoluto parte della propria indennità comunale in favore della nostra associazione e, con quei soldi assistiamo, da più di due anni, le famiglie colpite dalla crisi, procurandogli cibo e vestiti e contribuendo al sollievo sociale, assistenziale, economico e morale dei cittadini meno abbienti. Grazie a questo generoso contributo siamo riusciti a dare una risposta concreta e visibile a tutte le richieste di aiuto che giungono numerose. Ma, oltre a questo gesto tanto nobile, Di Santo si è impegnato fin dall’inizio affinchè potessimo usufruire di altre opportunità, come quella appunto del banco alimentare, in favore di chi nella nostra comunità ha più bisogno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico