San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Celiento (Pd): “La giunta votata solo agli aumenti delle tariffe”

Giuseppe Celiento SAN NICOLA LS. La validità di una classe politica, di un sindaco, di una giunta di maggioranza, la si misura tenendo conto di: capacità di scelte nell’arte di governo; …

… infrastrutture ed opere pubbliche realizzate; stato tempo e modi di realizzazione; manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni; imposizione e percentuale di aumento dei tributi. In base a queste premesse il capogruppo del Pd Giuseppe Celiento ha, di fatto, bocciato tutto l’operato dell’amministrazione comunale. Secondo Celiento “… lo scioglimento dell’Unione dei comuni Calatia, ente fortemente voluto dal nostro Sindaco, al momento della rescissione ci ha lasciato un debito di diversi milioni di euro da ripartire percentualmente con il Comune di Maddaloni. Il nuovo contratto dei rifiuti e la creazione di Calatia, hanno fatto sì che questo Comune passasse, da Tarsu a Tia raddoppiando per i cittadini di San Nicola la Strada la tassa per la raccolta dei rifiuti che è giunta a livelli “stratosferici”. Ente – ha aggiunto – il cui inutile mantenimento ed il cui costo gestionale (nonostante lo scioglimento), associato al contratto iniquo e penalizzante per i cittadini, ci costerà dalla prossima bolletta della Tia una percentuale di incremento di un ulteriore 20%. Il passaggio Tarsu-Tia, completamente inutile e fortemente voluto da questa amministrazione, ci è costato un ulteriore incremento sulla bolletta del 20% per l’applicazione dell’Iva”.

Tutto questo è stato denunziato dal Pd con interpellanze, ma soprattutto nelle discussioni consiliari in sede di votazione del bilancio. E non è di troppo tempo orsono la sentenza della Corte di Cassazione, che valutando i ricorsi dei cittadini, ha ritenuto illegittimo l’applicazione dell’Iva sulla Tia. “Questa amministrazione ha adottato ulteriori notevoli incrementi, in merito ad altri tributi, a partire dall’anno 2007 quando ha aumentato la percentuale di Irpef comunale del 50%. Notevole è lo stato di degrado di quasi tutti gli assi viari della nostra città – ha sottolineato l’esponente Pd – da imputare ad incapacità politica relativa ad una mancata programmazione economica in merito alle previsione di spesa di manutenzione ordinaria/straordinaria di tutte le strade cittadine. In rapporto alla incontrollata espansione urbanistica della nostra cittadina e tenuto conto della localizzazione di enti ed uffici nell’area Ex Saint Gobain, sarebbe stato opportuno prevedere un nuovo piano traffico: questa amministrazione in tal senso è completamente assente. E non bisogna dimenticare che per i prossimi anni i sannicolesi debbono far fronte al forte indebitamento dell’amministrazione comunale. Questo è solo una parte delle cose che non vanno e che ci riserviamo di denunziare ancora nei prossimi giorni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico