Maddaloni - Valle di Maddaloni

Violenza sessuale, arrestato 21enne romeno

carabinieriMADDALONI. I carabinieri della stazione di Maddaloni, nel corso della nottata, hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto A.H., 21 anni, romeno, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di violenza sessuale.

Alle 16 circa di mercoledì, in via Caudina, una ragazza 19enne di Maddaloni è stata bloccata per strada da due giovani sconosciuti e, mentre uno dei due ragazzi le ha sbarrato la strada, l’altro le si è avvicinato alle spalle, dopodiché hanno iniziato a toccarla e a palpeggiarla. La ragazza ha immediatamente tentato di respingere l’aggressione urlando per chiedere aiuto e cercando di divincolarsi, riuscendo ad attirare l’attenzione di alcuni suoi conoscenti del posto, un ragazzo e due ragazze, che passavano in auto. Questi, attirati dalle grida della loro amica, si sono resi conto di quanto stava accadendo e sono immediatamente intervenuti a difesa della giovane, mettendo in fuga i due malviventi.

Dopo aver richiesto l’intervento dei carabinieri, la vittima dell’aggressione ed i suoi amici hanno raccontato l’accaduto e hanno fornito una descrizione sommaria dei due malfattori, così imilitari hanno immediatamente iniziato le ricerche dei responsabili dell’assalto a sfondo sessuale.

I carabinieri hanno eseguito una serie di blitz in zona, nelle località in cui si trovano dei nomadi accampati, senza riuscire a rintracciare i responsabili; ma riuscendo ad acquisire alcune informazioni circa la possibile provenienza dei due stranieri dall’ex campo profughi di Capua. Pertanto nel corso della serata le ricerche sono proseguite a Capua, nel comprensorio di via Martiri di Nassiriyya denominato ex campo profughi. Durante il rastrellamento dell’area i carabinieri hanno notato un giovane che si nascondeva nel buio dietro ad alcuni pilastri, pertanto si sono posti immediatamente al suo inseguimento riuscendo a bloccarlo poco dopo. Il giovane indossava indumenti simili a quelli che erano stati descritti dai testimoni dell’aggressione, pertanto è stato fermato.

Dopo l’accompagnamento in caserma a Maddaloni, sia la vittima che i testimoni hanno riconosciuto il giovane come uno dei due aggressori; pertanto, il ragazzo è stato sottoposto alle procedure di fotosegnalamento, dichiarato in stato di fermo per violenza sessuale e successivamente accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Sono tuttora in corso le indagini tese all’individuazione del complice che si è reso irreperibile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico