Italia

Berlusconi, Ruby e il “Bunga Bunga”

BerlusconiMILANO.Nel nuovo scandalo che investe il premier Silvio Berlusconi si fa strada il tormentone “Bunga bunga”.

Cos’è? Non si sa esattamente. Le due paroline dal suono molto africano sonouscite dalla bocca della ragazza marocchina Ruby che ai pm diMilano ha raccontato di feste nella villa di Arcore del presidente del Consiglio, dove gli ospiti conoscevano le regole di questo “gioco”.”Silvio mi disse che quella formula l’aveva copiata da Gheddafi: è un rito del suo harem africano”,così nei verbali la diciassettenne nord-africana definisce i dopo-cena con il premier.

Per altri sarebbe legato ai racconti a luci rosse del leader libico Gheddafi , per altri ancora è un riferimento ad una barzelletta, già citata da Noemi Letizia nell’aprile 2009 in un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno. L’allora diciottenne di Casoria, al cui compleanno partecipò il premier, parlò di una barzelletta raccontatale dal suo “papi”. “Vi sono due ministri del governo Prodi che vanno in Africa, su un’isola deserta, e vengono catturati da una tribù di indigeni. Il capo tribù interpella il primo ostaggio e gli propone: ‘Vuoi morire o Bunga-bunga?’. Il ministro sceglie: ‘Bunga-bunga’. E viene violentato. Il secondo prigioniero, anche lui messo dinanzi alla scelta, non indugia e risponde: ‘Voglio morire!’. Ma il capo tribù: ‘Prima Bunga-bunga e poi morire'”. Barzellette a parte, cercando online,si trova una definizione decisamente erotica del “Bunga bunga”. Sta di fatto che sulla Rete sono iniziati ad apparire i primi video di questa nuova “danza sexy”, diventata il nuovo “waka waka”.

Mentre sarebbe solo un “salotto” peril direttore del Tg4 Emilio Fede, che secondo indiscrezioni dei quotidiani sarebbe indagato per favoreggiamento alla prostituzione insieme a Lele Mora (a cui avrebbe presentato Ruby per inserirla nel “giro”).”Di queste cose non so nulla, – dice Fede – il salotto lo chiamavano così. C’è un salotto a Villa San Martino con un bar, dove ci si sedeva, si beveva qualcosa, qualche volta c’era la musica”. Ma “bunga bunga non so cosa sia”. Fede smentisce la versione erotico-trasgressiva sulla festa raccontata dalla marocchina presente con lui, Lele Mora e l’ex igienista dentale del premier e oggi consigliere regionale lombardoNicole Minetti. “Questa Ruby – dice Fede a Radio Città Futura – l’ho forse vista un paio di volte, non so chi sia, non ho mai avuto rapporti di alcun genere con lei, non l’ho presentata a Lele Mora, non l’ho presentata a Berlusconi. Le serate a cui ho partecipato erano nella piena e totale normalità, con questa Ruby non sono mai andato da nessuna parte, non me lo ricordo affatto di essere andato con lei in limousine. Certo, ci sono state delle cene dove ero invitato, ma nessuna festa con ragazze nude, mai vista una persona nuda da Berlusconi. A Villa San Martino c’erano ragazze che venivano a cena, ma erano semplici cene, mai con un risvolto di trasgressione”.

BERLUSCONI: “SONO UNA PERSONA DI CUORE”. Intanto, in occasione della conferenza stampa ad Acerra sul tema dei rifiuti, Berlusconi ha risposto alla domanda di una giornalista sul fatto che la presidenza del Consiglio avrebbe favorito il rilascio di Rubyin un commissariato di Milano dopo che era stata arrestata per un furto di denaro in un appartamento in cui era stata ospitata da tre ragazze. A venirla a prelevare in commissariato sarebbe stata Nicole Minetti. “Io sono una persona di cuore e quindi mi occupo dei problemi delle persone. – ha risposto Berlusconi – Ma qui sto parlando di spazzatura vera, della spazzatura mediatica non mi occupo, la lascio a voi”. Poi, quando il sottosegretarioBertolaso stava per intervenire, il premier lo ha stoppato e ha detto: “Facciamo come ad Annozero: su domande, insulti e altre sconcezze, da parte mia contraddittorio zero”.

RUBY: “SONO AMAREGGIATA, MIA VERITA’ MANIPOLATA”. E’ possibile rintracciare fotografie e articoli che testimoniano la presenza di Emilio Fede nella giuria di un concorso di bellezza, a Sant’Alessio Siculo, nel settembre 2009, cui partecipa anche Ruby. Alcuni articoli di giornali locali, ad esempio, citano “l’egiziana Ruby H.”, sedicenne, che abita a Letojanni, nel messinese, come vincitrice del titolo ragazza Capo Sant’Alessio. Intanto, dopo una mattinata in cui si sono succedute precisazioni, prese di distanza e richieste di chiarimenti, lei si difende: “Sono amareggiata, la mia verità è stata manipolata”.

SU FACEBOOK LA SUA FOTO: “RUBY RUBACUORI”. “Ruby? Certo che me la ricordo. E come si fa a dimenticare una come lei: molto appariscente, molto, molto scosciata, quasi in mutande, quando in discoteca faceva la ragazza immagine o meglio non so se si imbucava. A me aveva detto che aveva 18 anni”. Maurizio Piperissa, fotografo di eventi di Genova, è quello che ha immortalato Ruby Rubacuori, così la ragazza di origine marocchina si firma su Facebook, sul profilo del social network. E la foto, scattata da Piperissa, è mozzafiato: un bianco e nero dove l’unica traccia di colore sono le labbra rosso vermiglio della procace minorenne ritratta in guepiere. “Venerdì scorso – spiega Piperissa – ero in una discoteca molto nota e Ruby era lì a ballare, non so se ingaggiata come ragazza immagine oppure se si era imbucata”.

Articoli correlati

I festini del Cavaliere: Ruby la nuova Noemi? di Redazione del 28/10/2010

“Bunga Bunga” – Elio e le Storie Tese

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico