Home

Solo 0-0 tra Italia e Irlanda del Nord

 Irlanda del Nord e Italia hanno giocato venerdì sera una gara per la qualificazione agli Europei 2012. La gara è finita 0-0.

Un’occasione perduta per gli azzurri, un punto che porta l’Italia a quota 7. Gara piacevole, giocata a buoni ritmi soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa gli azzurri sono calati di lucidità e nonostante un avversario non irresistibile, non sono riusciti a segnare. Alla fine una gara noiosa che assegna all’Italia solo il trofeo del possesso palla. “Soddisfatto, una buona prova su un campo difficile mantenendo sempre la voglia di fare gol”, dice Prandelli a fine partita.

A Belfast, nello stadio della tregenda azzurra (proprio qui a Windsor Park nel 1958 si perpetrò l’unica eliminazione dell’Italia dalla fase finale dei mondiali) e dell’orgoglio protestante d’Irlanda, la nazionale del ct dal volto umano regala una prestazione contraddittoria: tanto possesso di palla, poca incisività. Un mix che dopo le prime due gare vinte contro Estonia e Far Oer garantisce il mantenimento del primo posto del girone di qualificazione europea (dove dopo i risultati di giornata la prima inseguitrice è l’Estonia e non la Serbia avversaria di martedì prossimo a Genova), ma rappresenta un innegabile passo indietro rispetto alla fresca e libera interpretazione del calcio offerta alle prime uscite ufficiali.

L’Italia è legata agli umori di Cassano, stasera assai meno ispirato che nelle due precedenti occasioni, l’Italia si è limitata al compitino in bella grafia. Ha macinato gioco, ha anche sprecato qualche opportunità in particolare con un deludente Borriello.

Cominciava benino l’Italia, che nel primo quarto d’ora prendeva il comando del gioco e impegnava un paio di volte con tiri-cross (4′ Pepe, 13′ Criscito) pericolosi per Taylor. E si giovava anche di un errore dell’arbitro francese Chapron, che sorvolava su un fallo di mano di Chiellini in area (peraltro subito bilanciato dall’omissione del direttore di gara per un intervento scorretto di McAuley su Borriello lanciato a rete).

Ma il maggior possesso di palla azzurro non faceva registrare il salto di qualità: ne sortiva ancora un colpo di testa di Borriello alto, prima che gli irlandesi facessero suonare uno squillante campanello d’allarme: era il 31′ quando su cross dalla destra di Brunt una clamorosa dormita collettiva della difesa azzurra consentiva a Healy di colpire solitario di testa da un passo con palla incredibilmente fuori. Il brivido provato provocava una reazione immediata, con Borriello, lanciato bene in profondità da Cassani, ingenuo nel calciare sul portiere e Cassano poco preciso nella trasformazione sulla respinta di Taylor.

Nella ripresa si capiva nel primo quarto d’ora che il gioco azzurro continuava a non decollare: un tentativo scontato di Borriello e una mezza rovesciata con palla lontano dalla porta di mauri, poi ancora un tiro fiacco del romanista parato a terra. Poco, per concretizzare una superiorità tecnica evidente. Il ritmo dopo anzi calava, e così solo un paio di invenzioni di Cassano squarciavano il buio. In questo periodo di gara ottimo Mauri. Uscivano Borriello, Mauri e Pepe, sostituiti da Pazzini, Marchisio e Rossi. Proprio Pazzini, su cross di Cassano mancava il colpo del ko al 41. E paradossalmente in contropiede era Davis in chiusura a sprecare per i verdi di casa.

Irlanda del Nord (4-4-2): Taylor, Mc Auley, Craigan, Baird, Evans J., Hughes A., Brunt, Davis, McCann (36′ st Evans C.), Healay (21′ st Lafferty), Fenney (26′ stg McGinn). A disposizione Tuffey, Clingan, Evans C., Patterson, Gorman. All. Worthington

Italia (4-3-3): Viviano, Cassani, Bonucci, Chiellini, Criscito, De Rossi, Pirlo, Mauri (34′ Marchisio), Pepe (39′ st Rossi), Borriello (29′ st Pazzini), Cassano. A disposizione Sirigu, Zambrotta, Bovo, Palombo. All. Prandelli
Arbitro: Chapron (Francia)
Note: recupero: 0 e 3′ Angoli: 8 a 5 per l’Irlanda del Nord. Note: spettatori 15.000
Classifica del gruppo C

Slovenia-Far Oer 5-1
Serbia-Estonia 1-3
Irlanda del Nord-Italia 0-0

Italia 7
Estonia 6
Serbia 4
Irlanda del Nord 4
Slovenia 4
Far Oer 0

Prossimo turno (martedì 12 ottobre):

Far Oer-Irlanda del Nord
Estonia-Slovenia
Italia-Serbia

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico