Home

F1: a Suzuka trionfano le Red Bull, Alonso terzo

 Red BullSebastian Vettel ha vinto il Gp del Giappone, sedicesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1.

Nessun ostacolo per la Red Bull, che si conferma la più veloce nel weekend di Suzuka e che chiude con una doppietta: al secondo posto si è piazzato infatti il leader del mondiale Mark Webber. Sul gradino più basso del podio Fernando Alonso, con la Ferrari. Quarto e quinto posto per le McLaren del campione del mondo in carica Jenson Button e di Lewis Hamilton.

Gara conclusa già in partenza invece per l’altra Ferrari di Felipe Massa, che ha tamponato la Force India di Liuzzi. È andata male anche a Robert Kubica che ha perso una ruota in regime di safety car. “Non so di cosa si sia trattato, se errore umano o tecnico, – spiega il polacco – ma abbiamo perso una grossa opportunità. Le corse sono così, dobbiamo andare avanti. La macchina andava bene e la partenza era stata ottima. Ho denunciato una partenza anticipata di Vettel? Mi è sembrato che si è mosso prima, magari era una mia impressione sbagliata”. C’è stato anche un altro incidente alla partenza: il russo della Renault Vitaly Petrov è rimasto coinvolto in uno scontro. Vettel era partito in pole position, precedendo Webber. Alonso nelle qualifiche (rinviate a domenica, piena notte in Italia, a causa delle pioggia) si era piazzato quinto, mentre Massa era solo dodicesimo.

Webber consolida il primato nella classifica mondiale con 220 punti, davanti ad Alonso che insegue con 206 a pari punti (ma con un Gp in più vinto) dell’altro pilota Red Bull, Vettel. Perdono terreno le McLaren, con Hamilton a 192 e Button a 189. Fuori dalla corsa mondiale Felipe Massa. Petrov perderà cinque posizioni sulla griglia di partenza del Gp di Corea: il pilota della Renault è venuto in contatto con la Williams di Nico Hulkenberg mettendolo fuori causa. Lo stesso Petrov ha poi finito per sbattere contro il muro. I commissari hanno ritenuto colpevole dell’incidente il pilota russo della Renault, penalizzandolo per la prossima gara. Nessun provvedimento invece nei confronti di Massa: per gli steward si è trattato di un normale incidente di gara.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico