Home

Europa League: Juve e Napoli pareggiano, Palermo e Samp ko

 Deludono le italiane nella terza giornata di Europa League. Juventus e Napoli pareggiano rispettivamente col Salisburgo (1-1 in trasferta) e Liverpool (0-0 al San Paolo). Sconfitte per la Sampdoria (1-0 sul campo degli ucraini del Metalist) e Palermo (3-0 casalingo col Cska Mosca).

NAPOLI-LIVERPOOL. Scialbo pareggio interno del Napoli con il Liverpool. Stavolta non si ripete la “magia” delle altre notti azzurri e il match con i Reds, atteso da un’intera città, si chiude a reti inviolate e con pochissimi brividi. Gli azzurri vengono imbrigliati dalla ragnatela di Roy Hodgson che piazza un centrocampo di tipi tosti, robusti e corridori – come Poulsen, Spearing – ad arginare i rifornimenti per le punte azzurre e a sovrastare gli abulici e svogliati Maggio, Gargano e Hamsik. Si va avanti con pochi lampi, con una sola vera, grande occasione del Napoli – Hamsik spinge a rete un assist di Cavani – con la palla che danza sulla linea di porta (qualche centimetro dentro, ma la sfera non entra completamente, e non è affatto gol). È l’unico vero pericolo per i Reds che gestiscono alla perfezione la difficoltà del Napoli di fare gioco (non è un caso che Mazzarri metta fuori tutto il suo centrocampo, sostituendolo nel corso della ripresa). Il Liverpool ha anche la possibilità di chiudere la partita con un micidiale contropiede alla mezzora del secondo tempo, ma De Sanctis fa il miracolo su Ngong, respingendo di piede e conquistandosi così la palma del migliore. Strano epilogo per una partita che il Napoli domina territorialmente (55% contro il 45% degli inglesi, il possesso palla) ma senza riuscire ad essere mai incisivo. Il terzo pareggio, quindi, in Europa League, che segnala a Mazzarri il passo indietro che la squadra aveva già fatto a Catania. Si chiude con i fischi di delusione dei sessantamila. Nell’altra gara del girone K, valevole per laterza giornata di Europa League, Steaua Bucarest e Utrecht 1-1 (reti: 60′ Duplan, 75′ Schut (autogol). Classifica Girone K: Liverpool 5, Napoli 3, Utrecht 3, S.Bucarest 2

SCONTRI. Quattro agenti di polizia della sezione ‘Falchi’ sono rimasti feriti durante scontri tra tifosi napoletani e supporter del Liverpool. Secondo una ricostruzione della polizia, nei pressi dello stadio San Paolo dove si giocava la gara di Europa League, i tifosi partenopei hanno atteso che gli inglesi uscissero dalla stazione della metropolitana per aggredirli. Per evitare che lo scontro degenerasse, i ‘Falchi’ sono intervenuti. Nella notte tra mercoledì e giovedì, invece, un tifoso del Liverpool è stato ferito intorno alle 4, dopo essere stato aggredito da tre giovani, successivamente arrestati dalla polizia. L’aggressione al tifoso inglese, che era in compagnia di altri amici, è iniziata in piazza Principe Umberto ed è proseguita a piazza Garibaldi. Dopo il ferimento il supporter del Liverpool è stato portato all’ospedale dove gli è stata riscontrata una ferita al gluteo guaribile in 10 giorni.Gli arrestati, due napoletani e un avellinese, di Sant’Angelo dei Lombardi, tutti con precedenti, sono accusati di lesioni aggravate e possesso di strumenti atti a offendere.

METALIST KHARKIV-SAMPDORIA 2-1. Brutto stop per la Sampdoria. La squadra guidata da Di Carlo viene sconfitta in Ucraina dal Metalist Kharkiv col punteggio di 2-1. Si era messa subito bene per i doriani grazie a Koman, che al trentaduesimo del primo tempo, su assist di Pozzi, ha trovato un gran destro da posizione decentrata bucando Disljienkovic. La gioia per la Samp dura solo sei minuti. Taison trova una gran botta da fuori area, con la palla che si è infilata sotto la traversa. Nel secondo tempo il Metalist non demorde e ci mette grinta e convinzione. Forse troppa, visto l’espulsione per proteste di Taison, autore del gol del pareggio, all’undicesimo. Sembra fatta per la Samp che, con l’uomo in più, potrebbe fare un boccone degli avversari. Invece non è così. Anzi. E’ il Metalist a correre, collezionare calci d’angolo e pressare, con la Samp fin troppo spaesata. La conseguenza di questo atteggiamento è la seconda rete ucraina, a opera di Cleiton Xavier, che da centro area trova la botta che si infila nell’angolino in basso a destra della porta difesa da Curci. Anche in questo caso, assist di Edman. Chi sI aspetta l’arrembaggio della Samp resta deluso. È anzi Curci a evitare a più riprese il terzo gol degli ucraini. Finisce così, con la squadra blucerchiata che perde per la seconda volta consecutiva in casa del Metalist. Ora la Samp è terza in classifica con 4 punti. In testa il Psv Eindhoven, vincente in casa del Debreceni. Secondo a sei punti il Metalist. Classifica Girone I: Psv Eindhoven 7, Metalist 6, Sampdoria 4, Debrecen 0

SALISBURGO-JUVENTUS 1-1. Bianconeri trafitti al 36′ del primo tempoda Svento. Al 2′ della ripresa Krasic pareggia. Il Manchester City,che è nello stesso girone della Juve, batte il Lech Poznan per 3 a 1, grazie a tre reti di Adebayor. Classifica Girone A: Manchester City 7, Lech Poznan 4, Juventus 3, Salisburgo 1

PALERMO-CSKA MOSCA 0-3. Al “Renzo Barbera” i siciliani affondano di fronte a un avversario piu’ motivato. Al 23′ Benussi para un rigore di Vagner Love. Lo stesso portiere l’aveva provocato atterrando Gonzalez. Ma al 34′ Doumbia stacca in completa solitudine per il gol del vantaggio. Al 59′ ancora Doumbia raddoppia con una azione personale. Al 75′ espulso Pastore. Necid chiude il conto all’83’. Classifica Girone F: Cska Mosca 9, Sparta Praga 4, Palermo 3, Losanna 1

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico