Caserta

Polverino: “Chi favorisce Petteruti è fuori dal Pdl”

Angelo PolverinoCASERTA. “Chi sostiene o favorisce il sindaco Petteruti nell’approvazione del riequilibrio del bilancio, è fuori dal Pdl”.

Altro che inciucio. La posizione espressa dal consigliere regionale, Angelo Polverino, non si presta per nessuna sorta di interpretazione. “L’opposizione fatta al governo Petteruti – precisa il consigliere – è stata sempre forte e chiara e mandarlo a casa a pochi mesi dalle elezioni è per noi un grande successo. Avanzare la tesi di consociativismo, sinceramente fa ridere, soprattutto se viene dall’Idv. Il Pdl è fermo e deciso sulla sua posizione di intransigenza. Chi ci accusa di accordi sottobanco, è fuori strada. Anzi queste voci non fanno altro che rafforzare la nostra convinzione. Petteruti ha fallito e deve andarsene. Con Petteruti – continua il pidiellino – ha fallito anche l’intero centrosinistra, compresa l’Idv, che fa bene a parlare di rinnovamento della classe dirigente, dal momento che la sua ambigua condotta ha contribuito solo a danneggiare la città. E’ opposizione e forza di governo a seconda della convenienza. La politica dell’inconsistenza, diventata una costante del rapporto delle forze che stanno a sinistra, è arrivata al capolinea. Se ne devono andare e al più presto. E’ un bene anche per loro, che non sanno più che cosa fare e si beccano come i polli”.

Polverino rispedisce così al mittente le accuse sull’intesa tra il centrodestra e Petteruti, che non avrebbe più i numeri per l’approvazione del bilancio. Al Pdl potrebbe tornare comodo, tenere in carica il Sindaco fino alla fine del mandato, stando alle voci degli oppositori interni di Petteruti . “I cittadini ci chiedono di voltare pagina e noi siamo pronti. La città non può finire nuovamente nelle mani di un centrosinistra allo sbando. Basta leggersi le dichiarazioni del collega Giordano, che non fanno altro che confermare la confusione che c’è nel suo schieramento politico. Vuole allearsi con il Pd, chiarendo che il vincitore delle primarie del Pd dovrà confrontarsi con il loro candidato. Altro che consociativismo. E’ questa la politica del fai da te, è un nuovo modo di stabilire le regole della politica, che solo il centrosinistra a Caserta poteva inventarsi. E’ – conclude Polverino – l’anarchia della politica e si verifica quando non c’è accordo, quando manca un progetto politico, quando si vuole generare solo confusione. La stessa confusione dettata dall’idea di appoggiare Petteruti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico