Caserta

Officina Teatro, “Contrari alle apparenze”: successo per l’inaugurazione

 CASERTA. “Il Teatro non ha bisogno di aggettivi: teatro di impegno, di denuncia, comico. Teatro è tutto questo ed altro ancora.

Noi proviamo a regalare emozioni, siamo cresciuti grazie al vostro entusiasmo e al vostro affetto e contiamo di continuare sempre meglio, anche quest’anno”.

Così Michele Pagano, direttore artistico di OfficinaTeatro, affiancato dalla responsabile organizzazione Laura Rossetti, ha tagliato il nastro, davanti ad un teatro strapieno, della quarta stagione teatrale dello spazio artistico di via degli Antichi Platani. Quindici spettacoli, di cui quattro produzioni Officinateatro, cinque Laboratori di recitazione, quattro Stage di Alta Formazione (torna Gary Breckett, arrivano ImproTeatro, Naira Gonzalez e César Brie), sei eventi (Come cerchi nell’acqua, In-visibili, La Valigia di Fiabesco, Off Show, Teatro fuori luogo e i Venerdì di Officina) e una mini-serie teatrale ispirata alla famiglia Addams sono gli ingredienti di un calendario di iniziative che da maggio ad ottobre vivranno nello spazio scomponibile di San Leucio. “Contrari alle apparenze” è il filo conduttore dei quindici spettacoli, con produzioni premiate in manifestazioni prestigiose quali Premio Scenario, Premio Dante Cappelletti, Premio Ubu.

C’è anche un omaggio ad Annibale Ruccello che parte da “Mamma – Piccole tragedie minimali” (con Rino Di Martino, 27 e 28 novembre), e arriva a “Compleanno”, lo spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Enzo Moscato (20 marzo, fuori abbonamento); e si ripropone anche quest’anno l’appuntamento natalizio con la favola: dopo Alice dello scorso anno, quest’anno Officina rilegge e racconta “Il Mago di Oz”. Durante la serata, accompagnati dalle note dei Warm Gun, sono stati presentati i tre spot della stagione (sono anche su YouTube, “Officina – contrari alle apparenze”) ed il trailer del primo appuntamento in cartellone: il lavoro, scritto e diretto da Michele Pagano, ed interpretato dalla bravissima Caterina Scalaprice, “Sia Santificato il Mio Nome”.

Caterina Scalaprice, chiamata sul proscenio da Michele Pagano, con l’intero staff di OfficinaTeatro, ha chiuso la serata raccontando ad un pubblico rapito le emozioni di un lavoro che è assolutamente da non perdere. In cartellone il 9-10-15-16-17 ottobre.

“Sia santificato il Mio Nome” – Trailer

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico