Caserta

A Falciano un sportello di ascolto per donne

Pina Farina e Rosario LaudatoCASERTA. ‘Noi Voci di Donne e ‘Facciamo Falciano di Caserta’ danno vita ad uno ‘Sportello d’Ascolto’.

E’ stato firmato qualche giorno fa un protocollo di intesa che vedrà impegnati i due sodalizi, presieduti rispettivamente da Pina Farina e Rosario Laudato, per l’istituzione di una postazione di riferimento per tutte le donne che quotidianamente sono costrette a vivere sotto l’ombra dell’oppressione. Uno sportello di cui faranno parte volontari con alle spalle anni di comprovata esperienza e a supportarli ci sarà anche il parroco di Falciano, don Elio Rossi, il quale, oltre a mettere a disposizione i locali parrocchiali, si è fatto carico di contribuire all’iniziativa che abbraccerà non solo l’antica frazione casertana ma l’intera città capoluogo. Dal protocollo, si evince che le due associazioni si impegnano a realizzare interventi per l’attuazione dei principi di parità ed uguaglianza tra uomini e donne, interventi che mirano ad abbattere ogni forma di violenza nei confronti di donne e bambini. Le associazioni stipulano il protocollo d’intesa, con l’obiettivo di fare rete per l’attuazione di un centro d’ascolto per le tante donne in difficoltà, donne senza diritti, pareri, desideri, pensieri ed emozioni, cercando così di costruire un domani diverso per loro e per tutte e promuovere e sostenere l’affermazione dell’autonomia culturale, professionale delle donne al fine di accrescere la partecipazione femminile alla vita pubblica, e di uscire dalla spirale della violenza. Nel contesto assume particolare significato l’ascolto e il dialogo che permette al volontario di condividere la condizione di quelle donne che vivono situazioni dove è possibile dare e ricevere sostegno emotivo, comprendere e sperimentare l’importanza dell’ascolto e della comunicazione per affrontare il disagio e la sofferenza psicologica, di fronte a difficoltà legate alla presenza di handicap, malattie, svantaggi culturali, appartenenza a culture diverse dalla nostra, emarginazione ecc. L’associazione Noi Voci di Donne, promuove la formazione di gruppi di ascolto. Mettere Insieme le intelligenze di chi sa cos’è la cura del luogo in cui si vive, di chi sa realmente quali sono i bisogni dei figli, per la loro istruzione, per il loro ed il nostro tempo libero, di chi crea relazioni basate sulla fiducia con responsabilità e trasparenza, solo così si può dare al nostro Paese quel cambiamento atteso da anni. E sarà domani presso la chiesa S. S. Assunta di Falciano che sarà presentato il progetto dello sportello d’ascolto che con grande entusiasmo è stato accolto da don Elio parroco della chiesa locale.

La presidente di Noi Voci di Donne Pina Farina commenta: “Da tempo siamo attivi come volontari su tutto il provinciale per promuovere e sostenere la creazione di una rete tra donne che svolgono attività diverse in ambito culturale, politico e professionale, finalizzata allo scambio di esperienze e alla valorizzazione delle singole competenze, attività legate ai principi solidaristici e mirate al coinvolgimento delle realtà sociali e culturali. Stiamo lottando per abbattere ogni forma di sfruttamento, di ignoranza, di ingiustizia, di discriminazione, di emarginazione e di violenza sulle donne e su i bambini. La piaga della violenza sta diventando una nota dolente per il nostro territorio, e come tale ci attiviamo affinché possiamo essere d’aiuto a tante donne che ogni giorno subiscono violenza di genere. La maggioranza delle violenze avviene in un contesto domestico, ed è prevalentemente commessa da familiari, compagni, ex partner, amici e persone conosciute dalla donna. La diffusione di questo fenomeno è talmente vasta e universale da escludere necessariamente una selezione così ristretta. Sostenere che chi commette violenza abbia evidenti problemi psicologici è falso, e serve solo a mantenere il problema al di fuori della realtà familiare che ci circonda. La violenza sulle donne è diffusa in qualsiasi contesto sociale, senza distinzioni di tipo economico, culturale, razziale o territoriale. Una voce amica è a tua disposizione se ti senti vittima di Stalking e di Violenza, uno staf composto da personale esperto volontario sarà sempre pronto in sostegno alle donne, Noi Voci di Donne e Facciamo Falciano si mettono insieme per venire incontro a tutte le esigenze e sempre nello stretto anonimato considerando le massime misure che tutelano la privacy. Non bisogna aver paura ne vergognarti di raccontare, la violenza che si subisce non è un destino, quindi uscire dalla violenza si può”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico