Carinaro

Zampella: “Masi non accetti compromessi ed esca dall’immobilismo”

MunicipioCARINARO. “L’immobilismo politico che c’è, e che si vede, è dovuto a pressioni atte a indurre il sindaco a cambiare linea sul programma, ma è per rispetto del vincolo di mandato agli elettori che il primo cittadino deve agire senza attenuazioni o modifiche”.

Lo afferma Giuseppe Zampella, dell’associazione “La Croce di Costantino”. “E’ risaputo – continua – che contro il sindaco è stata usata una violenza di linguaggio fuori luogo. Non voglio polemizzare sulla falsa lista civica del ‘Patto per Carinaro’, falsa perché c’è un documento firmato e tenuto nascosto ai lettori fino alle provinciali, che vincolava tutti a impegnarsi per il Pd; ma mi limito a ricordare che la perequazione urbanistica, i Pip nell’area Asi, il cimitero, il tanto discusso cimitero, il parco agricolo e la tutela e la conservazione del palazzo ducale fanno parte del patto da rispettare con i carinaresi, che ci hanno creduto e ci credono ancora”.

Dunque, secondo Zampella, dopo tanto predicare è venuta l’ora di praticare per il sindaco, e per questo l’associazione lo esorta a non fare nessuna marcia indietro per cambiare idee sul programma, ma ad occuparsi della sua attuazione “per uscire dall’immobilismo e a stigmatizzare l’eccesso dinamismo a contentare amici, parenti e affini dei consiglieri, che hanno portato allo sforamento dei vincoli di bilancio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico