Napoli Prov.

Rifiuti, Cosentino: “La Iervolino prenda lezioni dal Pdl”

Rosa Russo Iervolino e Nicola CosentinoNAPOLI. “Il sindaco Iervolino anche in questa occasione fa finta di non capire, quando cerca di farsi scudo con le pagelle dei pochi che sono stati capaci a fare peggio di lei, per giustificare il degrado partorito da quasi vent’anni di amministrazioni di centrosinistra”.

Lo afferma il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino, che aggiunge: “Si assumesse le proprie responsabilità, la sindaca di Napoli, e prendesse a modello il modo di far politica del Pdl, che agli interessi di partito ha sempre privilegiato quelli dei cittadini. Anche in presenza di provvedimenti impopolari, come l’apertura della discarica di Terzigno, non demandando ad altri la decisione di farlo”.

“Se così si fosse fatto dieci anni fa, quando dovevano partire i lavori per la realizzazione del termovalorizzatore di Acerra, Napoli, probabilmente, non avrebbe mai conosciuto l’emergenza rifiuti e il degrado di questi giorni. E lo stesso – aggiunge il parlamentare – vale per Bagnoli, per Napoli est, per il termovalorizzatore cittadino e per i tanti progetti che il centrosinistra ha puntualmente lasciato al palo per mera convenienza o calcolo politico”.

“Lasciasse stare la strega Bacheca, la Iervolino, riservando un po’ del suo tempo per apprendere come si opera nell’interesse dei cittadini e della regione. Riflettesse sul decisionismo del governatore Caldoro e di quanti lo hanno sostenuto nelle scelte, e non alle incongruenze dei suoi compagni di partito, che con i loro metodi hanno trasformato Napoli e la Campania in una pattumiera. Rinunciando, come hanno fatto per anni, a decidere. Quindi se oggi il sindaco di Napoli vuole sparare balle di fango su qualcuno – conclude Cosentino – dirigesse il tiro in altre direzioni. Certamente sarebbe più efficace”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico