Campania

Rifiuti, Berlusconi: “Crisi risolta al 95%”

Berlusconi NAPOLI. Berlusconi torna sull’emergenza rifiuti e annuncia che la crisi in Campania è risolta per il 95%.

“Noi non abbiamo bisogno di nessun invito da parte di Bersani – ha detto il premier rispondendo a una domanda di una giornalista di YouDem che gli aveva chiesto se rispondeva alla sollecitazione del leader Pd di correre a Napoli – lui non è titolato ad invitare nessuno. La situazione dello smaltimento dei rifiuti è stata risolta da noi quando ce ne siamo interessati e la Campania è dotata da tempo di discariche sufficienti allo smaltimento dei rifiuti. Quello che non funziona è la raccolta che non è responsabilità della Regione ma del Comune quindi del sindaco e dei suoi collaboratori. Da quanto mi risulta il problema è stato risolto al 95% ,l’ho saputo ieri ad alcuni collaboratori campani”.

Sul termovalorizzatore di Acerra, il premier è netto: “Funziona benissimo ed è gestito benissimo da una società seria come la A2A. quello di Acerra è un prototipo da esportare altrove, penso alla calabria, alla Sicilia o al Lazio. Ho parlato poi con il sindaco di Salerno e gli ho assicurato che sarà lui a gestire la gara per l’affidamento del nuovo termovalorizzatore, ne ho parlato anche con la Provincia e la Regione”.

“Ho promesso al sindaco di Terzigno che mi sarei recato presto da loro” per risolvere la questione della discarica “che produce miasmi non tollerabili dai cittadini”. “Appena il ministro Tremonti mi darà il via libera che mi ha promesso” sui fondi necessari per affrontare il problema (“dobbiamo solo decidere il quantum”), “mi recherò in Campania per riportare alla tranquillità una popolazione in grande sofferenza”, conclude il presidente del Consiglio. Che spiega che attualmente con il ministro dell’Economia si sta discutendo del reperimento dei fondi: “Mi ha fatto capire che i soldi sono pochi”.

Secca la replica del segretario campano del Pd, Enzo Amendola:”Vogliamo dare un consiglio a Berlusconi: ora che manderà in giro il libro sui successi del suo governo, aggiunga un nuovo capitolo dal titolo ‘Una munnezza di miracolo'”. “Il premier ha fatto la solita propaganda elettorale. La risoluzione dell’emergenza rifiuti è il solito bluff. Venga in Campania – aggiunge Amendola – e si accorgerà che nulla è stato risolto invece di scaricare tutte le sue responsabilità sul sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino. I sindaci che in questi giorni protestano contro l’apertura della seconda discarica nel Parco del Vesuvio, non vogliono compensazioni economiche, ma si oppongono giustamente al fallimento degli atti di governo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico