Campania

Omicidio Casparrino, arrestato ultimo componente della banda

Bartolomeo CasparrinoCASERTA. Nella tarda serata del 5 ottobre, i carabinieri del nucleo investigativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Romulus Trinca, 29enne rumeno, …

… coinvolto, insieme ad altri otto connazionali già tratti in arresto nel novembre 2009, nella rapina perpetrata la notte del 12 agosto 2009 all’interno dell’abitazione di Bartolomeo Casparrino, 50enne bidello di Vairano Patenora (Caserta), morto per le gravi lesioni subite.

Il provvedimento cautelare è stato notificato all’aeroporto di Roma-Fiumicino, dove Trinca è giunto estradato dalla Finlandia. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e condotte dal nucleo investigativo di Caserta e dalla compagnia di Capua, hanno consentito di individuare un nutrito gruppo di cittadini rumeni, uomini e donne, dediti ai reati predatori, alcuni dei quali già con precedenti specifici per reati predatori. In particolare, le donne ed alcuni uomini individuavano le proprie vittime, con le quali allacciavano mirate relazioni finalizzate a studiarne le abitudini di vita, mentre un’altra squadra di soli uomini perpetrava le rapine.

L’attività investigativa ha quindi permesso di ricostruire la vita della vittima, che intratteneva relazioni di amicizia e sentimentali con alcune donne rumene, le quali avevano provveduto a segnalare ai propri complici l’ingente disponibilità di danaro liquido, nascosto presso il domicilio, da parte di Casparrino.

A seguito degli arresti eseguiti nel novembre 2009 e delle successive dichiarazioni accusatorie rese da alcuni degli indagati, sono stati raccolti gravi e concordanti indizi di colpevolezza anche a carico di Trinca, quale partecipe alla rapina.

Articoli correlati

Caserta, picchiato e ucciso durante rapina in casa di Damiano-Taglialatela del 12/08/2009

Omicidio Casparrino, svolta nelle indagini: arrestati 8 rumeni di Damiano-Taglialatela del 16/11/2009

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico