Sorrento - Vico E. - Massa Lubrense - Piano di Sorrento - Sant’Agnello - Meta

Camorra, 25 fermi contro clan stabiesi: nei guai il calciatore Biancone

carabinieriNAPOLI. I carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno eseguito in nottata un decreto di fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli a carico di 25 persone, …

… ritenute affiliati o fiancheggiatori dei clan camorristici D’Alessandro ed Afeltra-Di Martino, attivi nella zona di Castellammare di Stabia.Le persone fermate sono tutte indiziate, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti, associazione per delinquere finalizzata all’elusione delle misure di prevenzione patrimoniale, esercizio di scommesse clandestine, usura, estorsione e riciclaggio di denaro di provenienza illecita.

Nel corso delle indagini, effettuate dal 2008 ad oggi, i carabinieri hanno ricostruito le dinamiche camorristiche dell’area stabiese, delineando gli organigrammi dei clan ed individuando i canali di arricchimento dei sodalizi nell’usura, estorsioni e gestione, tramite prestanome, di centri scommesse, nonche’ di un sito telematico per l’esercizio abusivo di scommesse e giochi d’azzardo.

ARRESTATA AVVOCATESSA.Nell’operazione dei carabinieri contro i clan della zona di Castellammare di Stabia sono state fermate anche un’avvocatessa del foro di Torre Annunziata, accusata di usura ed estorsione, e la moglie di un militare della Guardia di Finanza, accusata di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro. Quest’ultima gestisce quattro centri scommesse Intralot che sono stati sequestrati. I clan si arricchivano anche grazie alla coltivazione estensiva di marijuana sui Monti Lattari. L’ordine di fermo è stato emesso dai pm Pierpaolo Filippelli e Claudio Siragusa e dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo.

FERMATO ANCHE L’ATTACCANTE CRISTIAN BIANCONE.Tra le persone fermate nell’operazione dei carabinieri contro i clan stabiesi c’è l’ex attaccante dell’Avellino Cristian Biancone, 33 anni, che in passato giocava nel Sorrento:è accusato di aver truccato la partita Juve Stabia-Sorrento del 5 aprile 2009 per agevolare il clan camorristico dei D’Alessandro, che gestiva un giro di scommesse clandestine. L’incontro terminò 1-0 con un’indecisione del portiere sorrentino Vitangelo Spadavecchia. Secondo l’accusa, Biancone convinse anche il portiere a falsare il risultato; in cambio, Spadavecchia, cheè indagato a piede libero, ricevette, secondo l’accusa, 25mila euro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico