Campania

Arrestato a Napoli sospetto membro di Al Qaeda

 NAPOLI. Un giovane di 28 anni, di origine franco-algerina, ricercato dall’autorità giudiziaria francese, è stato fermato domenica a Napoli, nei pressi della stazione centrale.

All’uomo è stato sequestrato un kit per la fabbricazione di esplosivo. Gli agenti della Digos di Napoli lo hanno pedinato e filmato per tre giorni, fino alla cattura. Al presunto terrorista, indagato in Francia, è stato notificato il mandato di arresto europeo, e adesso sarà estradato nel Paese d’Oltralpe.

Si indaga, a Napoli, sui rapporti che aveva costruito in città: sarebbe arrivato all’inizio di settembre; frequentava le moschee di via Arnaldo Lucci e di Piazza Mercato. Sono al vaglio alcuni appunti, annotati su un taccuino; gli inquirenti hanno sequestrato anche un computer e un cellulare.

Il procuratore aggiunto Rosario Cantelmo, della sezione Antiterrorismo della Procura di Napoli, ha aperto un fascicolo per l’ipotesi di associazione a delinquere con finalità di terrorismo.

Intanto, questore di Napoli, Santi Giuffrè, tranquillizza:a Napoli, al momento, “non ci sono elementi particolari locali di fibrillazione terroristica”. “Non abbiamo elementi di accentuazione del rischio. – ha spiegato – E’ chiaro che il ministero, ritengo, predisporrà servizi di sensibilizzazione, ne faremo oggetto di valutazione penso in sede di comitato. Ma, ripeto, non abbiamo elementi di accentuazione del rischio”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico