Aversa

Mauro Verde, il ricordo della “New Dreams”

Mauro VerdeAVERSA. Mauro Verde, proprietario del ristorante “Da Mauro” in piazza Marconi ad Aversa, è scomparso dopo aver lottato contro una grave malattia.

L’associazione New Dreams, presieduta da Donato Liotto, vuole rendere omaggio a quello che definisce “un grande uomo di animo nobile e gentile”. “Mauro, – racconta Liotto – attraverso la sua attività di ristoratore negli anni ha fatto conoscere la sua semplice e deliziosa cucina anche oltre i confini della città. Tantissimi gli avventori provenienti da fuori Aversa, gente che si prenotava per mangiare nel suo piccolo e famoso ristorante con almeno due mesi di anticipo. Molti sapevano che da lui si mangiava e si mangia bene, soprattutto spendendo poco. Attraverso la sua attività, condotta con tanta passione assieme alla sua famiglia, ti accoglieva sempre con un sorriso, ti faceva sedere e lui con te si sedeva al tuo fianco, informandosi prima di tutto se stavi bene e poi ti riempiva il palato solo ad ascoltare le tante prelibatezze proposte dalla sua cucina tipicamente aversana. Grazie Mauro, per aver dato tanto alla tua città e averla fatta conoscere anche attraverso questo aspetto, per aver negli anni portato ad Aversa, in Piazza Marconi, tante persone provenienti da ogni dove, grazie per la tua sensibilità, per aver accolto le iniziative della New Dreams con spirito di solidarietà e aver sempre sostenuto le nostre iniziative e non solo. Noi continueremo a frequentare il tuo ristorante, a godere della tua cucina e a immaginare che ancora una volta potrai sederti al nostro tavolo, e accogliendoci con un sorriso inizierai a deliziarci, ma soprattutto a farci vivere momenti spensierati e di allegria. Attraverso la tua cucina, noi immagineremo che sei ancora qui in mezzo a noi. Non ti dimenticheremo. Sei stato grande, ma tu questo non lo sapevi e non lo saprai mai. Solo chi ti conosceva bene, la tua famiglia, tua moglie, i tuoi figli e i tuoi amici lo sanno. Oggi tutti assieme siamo qui a dirlo e a porgerti l’ultimo saluto. Ciao Mauro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico