Aversa

Accademia Italiana “Cimarosa”: autunno di grandi eventi

Enzo MaiorcaAVERSA. Dopo il successo della terza edizione del Mozzapizza che fa da contraltare alle polemiche non ancora sopite per il cartellone delle manifestazione di Estate ad Aversa 2010, il panorama culturale cittadino si arricchisce di nuovi promettenti manifestazioni.

Ad annunciarlo a Osservatorio Cittadino è Enzo Maiorca (nella foto), presidente dell’Accademia Italiana “Domenico Cimarosa”, attivissima associazione culturale che produce eventi che spaziano dal teatro alla musica, dalle visite guidate alle attività scolastiche senza trascurare collaborazioni a manifestazioni di utilità sociale e civile, come dimostra il costante rapporto con organizzazioni quali Libera Caserta e il Comitato don Peppe Diana.

I frutti di un anno di intenso lavoro sono arrivati a maturazione – dichiara Maiorca – e se le cose andranno come abbiamo programmato credo per cui l’Accademia potrà offrire agli Aversani, nel periodo autunno-inverno, almeno tre grandi eventi la cui valenza va ben oltre i confini territoriali. Stiamo per dare alle stampe, con la collaborazione del Lion Club ‘Aversa Città Normanna’ e, si spera, dell’amministrazione comunale, un testo su Cimarosa. La novità è che si tratta di un libro per ragazzi, pensato per gli alunni delle scuole medie e utilizzabile come testo di narrativa. Un testo che offre spunti di ricerca e di studio che vanno ben oltre la figura del musicista e che, in ogni caso, ha lo scopo di far avvicinare i giovanissimi alla nobile storia di Aversa e alla vita del nostro più illustre concittadino. Il progetto prevede che il testo, grazie a una serie di incontri curati dai Lions, venga promosso in varie sedi anche extraregionali e che venga fornito agli allievi delle prime classi delle scuole medie inferiori. In secondo luogo, è previsto un ambizioso progetto che ha per protagonista, ancora una volta, Domenico Cimarosa. L’Accademia sta collaborando alla realizzazione e alla pubblicazione di un cd con musiche di Cimarosa, Jommelli, Andreozzi e Durante. Il progetto è suggestivo, originale e – direi – ‘europeo’. I musicisti curatori del disco, i chitarristi Giuseppe Aversano e Rosario Ascione (nella foto a lato), che hanno già avuto modo di dimostrare la loro bravura in altre manifestazioni, hanno operato un delicato lavoro di trascrizione su chitarra di opere anche inedite dei grandi musicisti del ‘700 Napoletano. Giuseppe Aversano e Rosario AscioneUn duro lavoro che già ha dato frutti forse insperati. Le loro esibizioni, infatti, sono già richieste a Parigi, Vienna e Venezia. Presentare e patrocinare, in Prima mondiale, un’opera così importante, non può che dare lustro alla nostra attività e all’intera comunità aversana. Infine, è programmata per i giorni 17-18-19 Dicembre la IV edizione di ‘A Spasso con la Storia’, in collaborazione con Scaramouche Teatro. Si tratta di un evento di assoluta qualità, che ha sempre suscitato entusiasmi e che in altre realtà, forse, sarebbe già stato ‘istituzionalizzato’. Spero vivamente che l’amministrazione comunale voglia offrire un valido supporto, peraltro più volte assicuratomi dallo stesso primo cittadino, e che le attività produttive del territorio non negheranno un aiuto anche irrisorio, per poter realizzare uno spettacolo unico nel suo genere e che riesce a interessare famiglie, storici, amanti della cultura in modo coinvolgente e trasversale. Le novità sono le novità rispetto all’edizione che fece tanto scalpore sono tante, ma non è il caso di svelare in anticipo cosa riserveremo a chi deciderà di assistere allo spettacolo. Posso comunque dire che, a differenza di spettacoli molto noti, il nostro avrà la particolarità di essere per così dire, ‘vivo’; non ci saranno ologrammi che raccontano storie e fatti ma veri e propri personaggi che interagiranno col pubblico coinvolgendolo e rendendolo a tratti protagonista a sua volta; le musiche saranno rigorosamente ‘live’ e per la scenografia, a parte i magnifici costumi d’epoca che vestiranno i numerosi attori, Gina Oliva si avvarrà della collaborazione di artisti locali, molto noti oltre il nostro campanile, come Giuseppe De Michele. Sono previste attività collaterali come la mostra fotografica curata da Giuseppe Panza ed Eduardo Ciardiello, una mostra d’arte dello stesso De Michele, nonché esposizione di libri e degustazione di prodotti tipici”.

Uno spettacolo che si annuncia da non perdere e il presidente dell’Accademia è convinto che chi ha già partecipato a questo evento non si lascerà sfuggire l’occasione di ripetere un’esperienza indimenticabile. Ad ogni modo informazioni e approfondimenti possono essere reperiti collegandosi al sito www.aspassoconlastoria.it, dove è possibile anche offrire la propria collaborazione sia nell’organizzazione sia come figurante nello spettacolo. Un autunno davvero invitante e stimolante quello che ci aspetta grazie agli eventi programmati dall’Accademia Cimarosa.

La speranza è che essi trovino davvero la dovuta realizzazione e non si blocchino al palo della mancanza di sensibilità e di collaborazione che una comunità civile che riconosce la cultura come valore irrinunciabile, dovrebbe sentire il dovere di offrire a chi progetta eventi di simile portata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico