Aversa

“A spasso con la storia”, fervono i preparativi per quarta edizione

 AVERSA. L’appuntamento è per il 17, 18 e 19 dicembre. L’imponente e suggestivo complesso monastico di San Francesco d’Assisi in Aversa, in pieno centro storico della città, diventerà il palcoscenico di uno spettacolo che si annuncia ricco di incanti, di atmosfere magiche, di sorprendenti scenografie, di avvolgente musica.

Circa cento gli interpreti, tra attori protagonisti, musicisti, figuranti e artisti di vario genere che daranno vita ad un’esibizione nella quale il pubblico sentirà di far parte.

La IV edizione di A Spasso con la Storia, evento organizzato dall’Accademia Italiana Domenico Cimarosa e da Scaramouche Teatro, sta diventando l’evento più atteso dell’anno. Gli organizzatori mantengono ancora un ovvio riserbo sulla struttura dello spettacolo, ma si sa che il filo conduttore è un magico viaggio nella storia di Aversa, dai Normanni ai giorni nostri, in un vorticoso susseguirsi delle storie che hanno fatto grande la millenaria e nobile storia della nostra città.

Lo svolgimento della manifestazione prevede anche eventi complementari che contribuiranno ad arricchire l’offerta culturale già di per sé consistente. Uno di questi è la mostra fotografica che sarà allestita, in una delle sale del complesso monastico, dai fotografi Giuseppe Panza ed Eduardo Ciardiello.

«Si tratta – spiega Panza – dell’esposizione di foto relative alla II edizione (quella del settembre del 2007 e che produsse un’eco che travalicò i confini regionali – n.d.r.); l’allestimento sarà contestualizzato all’evento in programma. Direi una sorta di back stage con l’illustrazione dei momenti più suggestivi e che hanno decretato il successo di un evento sorprendente».

Una mostra che va ad aggiungersi alle altre attività che fungeranno da contorno alla manifestazione e che gli organizzatori stanno ancora curando nei dettagli. «Per noi – ammette Eduardo Ciardiello – lavorare con associazioni quali l’Accademia Cimarosa e lo Scaramouche è motivo di orgoglio in quanto sappiamo per certo che sono capaci di proporre eventi di assoluta qualità e che meriterebbero platee ben più prestigiose».

Intanto è stato approntato il logo ufficiale dell’evento: la creazione è il risultato dell’adattamento grafico, curato da Lourdes Gantier, di una suggestiva opera pittorica dell’artista aversano Giuseppe De Michele, il quale curerà con Gina Oliva le scenografie, allestendo anche una mostra di pittura. Continueremo a seguire da vicino gli sviluppi dell’organizzazione, informando tempestivamente i lettori, su novità e curiosità di un evento da non perdere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico