Trentola Ducenta

Aule Scientifico, Griffo: “E’ stata messa solo una pezza al problema”

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. “E’ semplicemente scandaloso che solo nella mattinata del 3 settembre, e quindi a pochi giorni dall’apertura dell’anno scolastico, è stata messa una ‘pezza’ per il reperimento di quattro aule per l’ampliamento del liceo scientifico, problema noto fin da gennaio”.

Lo afferma Michele Griffo, ex sindaco di Trentola ed esponente dell’associazione “25&8”. “Non è possibile penalizzare i ragazzi e le famiglie per negligenze altrui. – continua Griffo – Come associazione 25&8 abbiamo sollecitato con l’incontro del 5 luglio scorso il commissario prefettizio alla risoluzione del problema, nello stesso tempo impegnammo a tale scopo ottenendo la massima disponibilità l’assessore provinciale alla pubblica istruzione, architetto Golia, che diede nella riunione presso la prefettura del 6 luglio scorso con l’ufficio tecnico e con gli organi scolastici la disponibilità per procedere al fitto di locali in tempi rapidissimi per l’inizio dell’anno scolastico. A seguito di ciò, l’ufficio tecnico procedette alla pubblicazione di un pubblico bando per reperire i locali, perciò è da irresponsabili e paradossale che pur al cospetto di una disponibilità di un cittadino a fittare dei locali in un edificio nuovo a pochi metri dall’istituto tutto è rimasto lettera morta fino agli inizi di settembre, di conseguenza è stato impossibile effettuare i lavori necessari per rendere disponibili le aule. Tale situazione non può essere sottaciuta né possono passare sotto silenzio le responsabilità degli organi preposti anche perché tutti gli sforzi messi in campo dal Commissario Prefettizio sono stati completamente vanificati e disattesi, non si può continuare ad operare sempre e comunque a danno dei cittadini. La ‘pezza’ trovata di localizzare le aule presso alcune stanze del comune non risolve certamente il problema, anzi l’aggrava ulteriormente anche per la distanza dalla sede centrale e certamente non saranno pronte per l’inizio dell’anno scolastico, sarà comunque una nuova buona occasione per un ulteriore sperpero di danaro pubblico”.

“Grazie all’inefficienza di alcuni – incalza l’ex sindaco – rischiamo di perdere il Liceo Scientifico ottenuto con il massimo impegno durante la mia amministrazione, fortunatamente ciò non è possibile ancora, anche a fronte della richiesta dell’attuale Dirigente Scolastico a trasferire l’istituto a Lusciano, perché il Liceo Scientifico fu localizzato nella nostra città perché previsto nel piano regionale scolastico a seguito di atti dell’Amministrazione Provinciale, dell’Ufficio Regionale Scolastico e della Giunta Regionale Campana”.

“Maggiore attenzione meritano alcuni problemi della nostra città perché è semplicemente da irresponsabili e poco edificante collocare campane per lo smaltimento del vetro presso la villa comunale e addirittura in Piazza Municipio vicino al monumento ai caduti, ormai nella nostra città non c’è rispetto nemmeno per i nostri eroi caduti in guerra. in un periodo di crisi, con un paese abbandonato e invaso da cumuli di rifiuti e con un servizio che non viene quasi mai svolto”.

“Conoscendo l’impegno e la sensibilità del commissario prefettizio chiediamo un suo autorevole intervento presso gli uffici preposti per eliminare tale sconcio che inevitabilmente porterà cumuli di immondizia nei pressi del comune, come già si è verificato presso la villa comunale. Parimenti chiediamo un intervento teso ad eliminare qualche dosso perché la nostra città è diventata una barzelletta nell’agro aversano e ciò servirà soprattutto ad eliminare danni economici al comune per le continue richieste di risarcimenti danni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico