Sessa Aurunca - Cellole

250 volontari bonificano terreni confiscati al clan Moccia

Luciano Di MeoSESSA AURUNCA. Sono stati più di 250 i volontari, provenienti da tutta Italia, che hanno aderito ai campi “E!state liberi” a Maiano di Sessa Aurunca, promossi dall’associazione Libera Nomi e Numeri contro le mafie e dal comitato don Peppe Diana.

Bonifica dei terreni incolti sequestrati al clan Moccia, manutenzione del giardino della memoria e coltivazione di prodotti come melanzane e zucca, sono state alcune delle attività che hanno coinvolto ed arricchito i singoli volontari. Non sono mancati, inoltre, gli incontri di promozione della legalità come le manifestazioni “Solidarity on the river” e “In memoria di Alberto Varone”, imprenditore ucciso dalla camorra. Sono state, poi, presentate le melanzane sottolio con il logo “art’e kore”, primo prodotto raccolto sul bene confiscato.

Un vero successo frutto del lavoro dei volontari, degli organizzatori ma anche dell’amministrazione comunale. Proprio a quest’ultima, in particolare al sindaco Luciano Di Meo che ha sempre mostrato particolare attenzione al problema della legalità, Libera Nomi e Numeri contro le mafie ed il comitato don Peppe Diana hanno inviato una nota per ringraziare dell’apporto e del sostegno manifestati all’iniziativa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico