Sant’Arpino

Imprenditore picchiato da emissari del clan: salvato dai carabinieri

 SANT’ARPINO.Si era rifiutato di cedere alle richieste del clan, per questo due galoppini del clan lo stavano malmenando nel suo cantiere.

È stato salvato dai carabinieri un imprenditore di Sant’Arpino. Gli arrestati, Vincenzo Verde, 44 anni, di Grumo Nevano, e Nicola Russo, 41, entrambi indagati in passato perché accusati di associazione per delinquere di tipo camorristico, che risultano affiliati al clan Ranucci-Petito, operante a Sant’Antimo, comune del napoletano poco distante da Sant’Arpino.

I carabinieri, che hanno intensificato i controlli sui cantieri proprio per contrastare le attività estorsive non solo dei Casalesi ma anche di organizzazioni del napoletano, sono riusciti a bloccare i due proprio durante la colluttazione con l’imprenditore. Quest’ultimo è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale di Aversa. I carabinieri del reparto territoriale stanno ora indagando per accertare se i due arrestati siano responsabili di altre estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti della zona.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico