Sant’Arpino

Di Santo: “Il Pd marina il Consiglio comunale”

la casa comunaleSANT’ARPINO. E’ ancora polemica sulle scuole tra maggioranza e opposizione. Stavolta è la coalizione guidata dal sindaco Eugenio Di Santo che interviene.

“La minoranza targata Pd – si legge in una nota di Alleanza Democratica – preferisce fare bassa politica all’interno della scuola ‘Rocco’ e dimentica di svolgere il proprio ruolo, non presentandosi all’ultimo Consiglio comunale, tenutosi lo scorso 14 settembre. Tutto questo è veramente paradossale”.

“Cari concittadini, ci troviamo di fronte ad un partito, il Pd santarpinese, privo di qualsiasi logica e responsabilità politica. Gli stessi personaggi, che rappresentano la minoranza consiliare tentano maldestramente di tirare in ballo, nella polemica politica, la scuola e di contro irresponsabilmente disertano, l’ultimo Consiglio Comunale. Addirittura, questi stessi personaggi, scrivono di voler offrire con spirito costruttivo un proprio contributo, per affrontare questioni nell’interesse della comunità, e non si presentano in massa nel luogo istituzionalmente deputato al confronto vale a dire il Civico Consesso”.

“Ancor più irresponsabilmente continuano a strumentalizzare l’intoccabile mondo della scuola. Purtroppo i santarpinesi devono sapere che allo stato vi è una minoranza targata Pd che con i suoi massimi esponenti (coordinatore ‘vasa vasa’, ‘professoressa-consigliera’ ecc.) preferisce bivaccare all’interno del suo covo: l’Istituto comprensivo ‘Rocco’ ed è forse già stanca di svolgere il proprio ruolo, correttamente e doverosamente vale a dire essere presente in Consiglio Comunale confrontandosi e offrendo il proprio contributo”.

“L’Amministrazione comunale, targata Di Santo, anche per quest’anno ha garantito la necessaria manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolatici, risistemando le aule, le facciate degli Istituti e le relative aree circostanti, acquistando tutto il materiale necessario (banchi sedie ecc. ecc.) per il normale svolgimento dell’attività scolastica. Contemporaneamente, si è dedicata anche alla programmazione scolastica, basta citare alcuni esempio: la delibera di richiesta di finanziamento per ampliamento dell’Istituto Comprensivo Rocco, il finanziamento ottenuto (150mila euro) per la riqualificazione del plesso De Amicis, l’Istituzione della sede del Liceo Scientifico E. Fermi etc. Poche parole e molti fatti…”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico