Sant’Arpino

Di Santo bacchetta l’opposizione: “Fuori la politica dalla scuola”

Eugenio Di SantoSANT’ARPINO. Ci risiamo, come di consuetudine, alla vigilia della riapertura delle scuole, si risveglia la minoranza targata Pd che riprende possesso del suo covo:l’Istituto comprensivo ‘Rocco’, …

…dove albergano i rappresentanti dell’opposizione e precisamente il coordinatore del Pd ‘Baci& Abbracci’ Giovanni D’Errico, la consigliera-professoressa Adele D’Angelo, la promotrice (guarda caso) di uno pseudo-comitato mamme Susy Ronga & company”.

La maggioranza di “Alleanza Democratica”, che sostiene il sindaco Eugenio Di Santo, lo dice ad alta voce: “Basta fare politica all’interno della scuola media ‘Rocco’. Siamo veramente stufi – affermano gli esponenti della coalizione – di strumentalizzazioni politiche a danno di una parte del mondo scolastico santarpinese: alunni, genitori e operatori scolastici non meritano tutto questo. Non meriterebbe alcuna risposta l’ennesimo e ridicolo attacco della minoranza, che accusa l’Amministrazione comunale di non avere un’adeguata programmazione, addirittura mettendo in dubbio l’inizio dell’attività scolastica, poichè non vi sarebbero buone condizioni igieniche, banchi, sedie, aule, carta igienica, eccetera”.

“Cari concittadini – continua Alleanza democratica – la verità ovviamente è tutt’altra, l’amministrazione Di Santo specie per quanto riguarda le politiche scolastiche, grazie al costante operato dell’assessore alla pubblica istruzione Giuseppe Lettera in sinergia con l’assessore ai lavori pubblici Elpidio Iorio e l’intera giunta comunale, ha provveduto anche per quest’anno alla necessaria manutenzione degli edifici scolatici esistenti, ritinteggiando le aule e le facciate degli istituti, risistemando le relative aree circostanti, acquistando tutto il materiale necessario per il normale svolgimento dell’attività scolastica. In più sono state realizzate, all’interno del plesso di via Mormile (ex Municipio), altre due aule in aggiunta alle altre due esistenti, per gli alunni della sezione distaccata del Liceo Scientifico ‘Fermi’. A tal proposito vogliamo ricordare, che per la manutenzione ordinaria straordinaria degli edifici scolastici e per la fornitura di materiale, sono state impegnate, in appena due anni, somme superiori ai 150mila euro. Tanto per dare un’idea, tale importo è superiore a quanto impegnato per le politiche scolastiche nell’ultimo decennio dalle precedenti amministrazioni”.

“Per quanto riguarda la programmazione scolastica, – conclude la maggioranza Di Santo – basta citare alcuni esempio: la delibera di richiesta di finanziamento per ampliamento dell’Istituto Comprensivo ‘Rocco’, il finanziamento ottenuto (150mila euro) per la riqualificazione del plesso ‘De Amicis’, l’istituzione della sede del Liceo Scientifico ‘Fermi’ e altro. Ancora una volta la minoranza, in crisi di astinenza, usa la scuola per basse strategie politiche”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico