Sant’Arpino

Cala il sipario sulla quarta edizione del torneo di calcio brasiliano

 SANT’ARPINO. A Sant’Arpino, con un’autentica ovazione di pubblico, si è conclusa la quarta edizione del Torneo di Calcio Brasiliano “Golden Baby”.

Una manifestazione capace di coinvolgere numerosissime persone all’insegna dei valori dello sport . Per circa dieci giorni, nella suggestiva cornice del Parco Giochi “Rodari”, quotidianamente si sono disputate ben quattro incontri calcistici che hanno visto protagonisti poco meno di duecento giovani calciatori (nati tra il 1996 e il 2004). Come sempre impeccabile “motore” della manifestazione sono stati i componenti dell’Associazione “Atella 2000 – Onlus”, presieduta da Carlo Luongo, che – con il patrocinio del Comune di Sant’Arpino, retto dal sindaco Eugenio Di Santo – hanno avuto il merito da alcuni anni di ideare un evento che ormai si colloca nel panorama delle manifestazioni particolarmente attese nella cittadina atellana.

“Un inspiegabile mix di emozioni abbiamo vissuto in queste lunghe ed intense serate di sport, confronti ed incontri con tantissime persone. – ha affermato Carlo Luongo, visibilmente soddisfatto – Una festa continua che ha il merito di fondarsi su valori importanti ed altamente formativi per le nuove generazioni. Un’esperienza magica capace di coinvolgere non solo i protagonisti sul campo ma anche gli spettatori sempre più numerosi. In questo momento dovrei elencare i premiati ma ritengo che non sia questo il dato più importante perchè, al di là dei regolamenti, in questo torneo la vittoria appartiene a tutti. E anno dopo anno lo confermano gli sguardi di centinaia di atleti che, al momento della cerimonia di chiusura, ci salutano con gli occhi lucidi e la promessa di ripresentarsi nuovamente l’anno successivo, cosa che puntualmente fanno. Il nostro sforzo organizzativo naturalmente da solo non basterebbe se non ci fossero tantissimi amici che a diverso titolo ci sostengono. Per ovvie ragioni di spazio evito di citarli e per tutti ringrazio l’amministrazione comunale – con in testa il sindaco Di Santo e il consigliere allo sport Cammisa – che anno dopo anno sempre più concretamente ci stanno vicini dimostrando in tal modo di credere in questo evento che speriamo avrà vita lunga. Consentitemi infine di ringraziare lo staff organizzativo composto da decine di persone, con in testa gli amici Lello Pezzella (‘Sprint’) ed Enzo Imparato, che con un contagioso entusiasmo lavorano senza risparmiarsi per la riuscita dell’evento e i risultati dell’ottima organizzazione sono sotto gli occhi di tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico