Santa Maria C. V. - San Tammaro

Il Pd a Giudicianni: “Lasci la politica a chi ha senso delle istituzioni”

PdSANTA MARIA CV. “Finalmente chiarezza. Chi riteneva che la trimillenaria storia della Antica Capua avesse offerto ai propri cittadini una completa casistica dei trasformismi e colpi di scena possibili in nome della cosiddetta politica, ancora una volta ha dovuto ricredersi”.

Così, in una nota, il coordinamento cittadino del Partito Democratico, che critica il “ribaltone” messo in atto dal sindaco Giancarlo Giudicianni. “Il nostro sindaco – affermano i democratici – ha finalmente deciso di rompere gli indugi rendendo palese il frutto di mesi di febbrili e laboriose trattative condotte, udite udite, col solo intento di perseguire il bene della città, passando armi, bagagli e corredo di ‘fedelissimi’, alla corte del centrodestra, o meglio, di una parte del centrodestra. Ci sembra francamente riduttivo bollare questa operazione quale un ‘ribaltone’: per concepire un ribaltone occorre un’idea che possa anche vagamente essere definita politica, mentre ciò che accade a Santa Maria Capua Vetere con la politica non ha proprio nulla a che fare. Non parliamo certamente della politica con la P maiuscola, quella che si ispira ad ideali e convinzioni pluraliste e pone l’interesse collettivo al centro del proprio agire; ma non possiamo parlare neppure della politica che fa della semplice strategia e mediazione il proprio credo”.

“Per quanto ci riguarda, – continuano dal Pd – noi del Partito democratico, liberi finalmente dall’oppressiva responsabilità di tentare di arginare i danni che alla città questo sindaco da noi malamente scelto e proposto all’elettorato ha fatto e continuerà a fare, ci adopereremo con tutti gli strumenti istituzionalmente esistenti per realizzare l’unica opera pubblica di cui i cittadini e la città sentono veramente bisogno: porre termine per sempre all’esperienza amministrativa del dottor Giudicianni. Alla città una sola promessa: mai più errori del genere. A Giudicianni e alla schiera di fedelissimi e consiglieri dalle ‘larghe vedute’ un solo invito: dedicatevi con profitto alle vostre occupazioni professionali e lasciate la politica a chi abbia il senso delle istituzioni e la decenza di rispettare la sacralità del voto espresso dai cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico