Orta di Atella

Rifiuti, denuncia di Generazione Italia

 ORTA DI ATELLA. Il circolo di Generazione Italia pone l’accento sulla gestione ambientale del territorio.

“Sembra evidente che ci sono cumuli di rifiuti scaricati nei pressi di strade ad alta densità, o meglio vicino alla scuola media nei pressi della chiesa di San Massimo, nei pressi della farmacia Silvestre etc. E’ vero che in Campania si è ritornati all’emergenza rifiuti, ma è pur vero che questa amministrazione non è in grado di gestire le emergenze, sarebbe stato possibile, almeno fare campagna di informazione, esortando e formando i cittadini a non riversare l’immondizia nei pressi di scuole, farmacie e chiese, ma questo non è accaduto.

Si sarebbe potuto vigilare meglio, visto che sono state istituite guardie ambientali, ma forse l’assessore al ramo, ha inteso solo spendere soldi pubblici, per le casacche, e non spendere soldi per la formazione di coloro che dovrebbero indirizzare i cittadini e vigilare il territorio. Non andiamo proprio bene, siamo lasciati a noi stessi, i cittadini Ortesi chiedono risposte immediate, non è possibile che, in situazioni tali, la prefettura, l’alto commissariato per l’emergenza rifiuti, la protezione civile, non abbia mandato alcuna nota al comune, ove si sanciva che le discariche sono al collasso, ed operasi per una più culata gestione dei rifiuti.

Non vorremmo esse di fronte ad un ennesima speculazione, ovvero un impegno spesa extra per la rimozione dei cumuli in giacenza. Ricordiamo che Orta di Atella, è divenuta una pseudo cittadina, con esigenze tali che vanno gestite in un ambito di programmazione più amia e dettagliata, chi malauguratamente attraversa il nostro territorio, si trova dinnanzi a cattedrali nel deserto, a strade da cantiere, alla totale assenza si servizi ai cittadini (ricordiamo che anche un parcheggio pubblico è un servizio ai cittadini) mai come ora alla luce dell’intervista fatta domenica su Canale 5 dove, giustamente, i genitori dei 6 gemelli hanno sottolineato la totale assenza o menefregismo dell’ente comune, è di riflesso l’interessamento di un imprenditore ortese, dobbiamo riflettere, ci rendiamo conto che un bellissimo evento quasi unico in Italia è accaduto ad Orta, il battesimo , i festeggiamenti e quant’altro la famiglia avrebbe dovuto effettuare, avrebbe dovuto avere la vicinanza delle istituzioni locali.

clicca per ingrandire

Invece di andare a vistare i cani perché una delegazione comunale non ha portato gli omaggi alla famiglia? Ci rendiamo conto che questo è un evento mediatico a carattere nazionale, che fa risuonare il none di Orta di Atella nei confini della nazione e non solo.

Chi ci governa in questo momento, con uno sforzo minimo, potrebbe far ricordare Orta come il paese dei 6 gemellini e non come il paese della speculazione edilizia, dello scioglimento camorristico, come il paese della puzza. Ribadiamo il concetto, se ad orta questa amministrazione comunale, non lavora per il bene del paese, allora andate a casa, forse possiamo ancora riqualificare un territorio sano e con innumerevoli qualità da sfruttare.

Enon criticate queste considerazioni, fatte da quasi la totalità della popolazione, se volete, potete dare risposte vere e concrete, allora agite , fate il minimo indispensabile per il paese, riportateci ad essere il paese delle fabule atellane, di Vigilio, di Massimo Stanzione, di San Salvatore, dei Martiri Atellani, di Enrichetta Di Lorenzo e di quanto altro di buono abbiamo in questa terra che dopotutto amiamo ancora e non volgiamo abbandonare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico