Italia

Sarah, la madre: “Il cellulare è un indizio importante”

Sarah ScazziTARANTO. Il ritrovamento del cellulare bruciato di Sarah Scazzi, secondo la madre, Concetta Serrano Spagnolo, è un importante indizio per le indagini e può portare ad alcune soluzioni.

Una considerazione che la donna fa a “Mattino 5”. Il telefonino è stato ritrovato per caso dallo zio della quindicenne scomparsa più di un mese fa ad Avetrana, in provincia di Taranto. Michele Messeri era ritornato nei campi dove lavora per recuperare un cacciavite:in un fazzoletto di terra bruciata ha trovato quel cellulare, senza batteria e senza scheda, adesso in mano agli inquirenti. E’, finora, l’unica traccia di Sarah trovata dopo la scomparsa.

La madre, intanto, parla dei rapporti della sua famiglia con lo zio, il papà di Sabrina, la cugina che Sarah doveva raggiungere quel 26 agosto per andare insieme al mare. E continua a sostenere la tesi del rapimento anche se dice: “Ancora non riesco a capirne l’obiettivo”. E sul giallo della presunta sorella segreta di Sarah commenta: “Sono dicerie. I giornalisti vogliono raccontare le storie come dicono loro”.

Articoli correlati

Sarah, trovato cellulare bruciato. E spunta sorella segreta di Redazione del 29/09/2010

Sarah, la madre: “Investigassero anche sui familiari” di Redazione del 13/09/2010

‘Non è scappata’: parla fratello di Sarah. Indagini tra chat e sequestri di Emma Zampella del 9/09/2010

Sarah, perquisite abitazioni e ispezionate cave di Redazione del 2/09/2010

Taranto, ragazza scomparsa: i carabinieri seguono pista del sequestro di Redazione del 1/09/2010

Taranto, quindicenne scomparsa: la cercando anche con Facebook di Redazione del 31/08/2010

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico