Esteri

Obama: “Bruciare il Corano sarebbe un regalo ad al Qaeda”

Barack ObamaWASHINGTON. Bruciare il Corano in occasione delle commemorazioni per l’11 settembre, come proposto dal pastore Terry Jones, sarebbe “deleterio”, e potrebbe mettere in pericolo le truppe americane stanziate nei Paesi del Golfo, oltre a dare il via a gravi episodi di violenza in Afghanistan e in Pakistan.

La condanna è arrivata dal presidente americano, Barack Obama, che ha anche definito il gesto “fruttuoso per la campagna di reclutamento di Al Qaeda”. Il capo della Casa Bianca, durante un’intervista al programma “Good morning America” dellarete Abc,siè rivolto a Jones: “Se mi sta ascoltando, spero che capisca che quello che si propone di fareè completamente contrario ai nostri valori. Questo paeseè stato costruito sulla nozione di libertà e tolleranza religiosa”. “Spero che Jones capisca che il suo è atto distruttivo”, ha aggiunto.

La voce del presidente americano Obama si aggiunge a quella di diversi leader politici e religiosi, e del Vaticano.Terry Jones, il pastore protestante a capo della congregazione evangelica Dove World Outreach Center,ha detto di essere pronto a rinunciare alla controversa cerimoniase glielo chiedesse la Casa Bianca.Jonesha detto a Usa Today di non esser stato ancora contattatoné dalla Casa Bianca, né dal Pentagono né dal Dipartimento di Stato. Ma se ciò accadesse, “sarebbe qualcosa che ci indurrebbe a riflettere. Quello che stiamo facendo adesso. Non penso -ha osservato- che una telefonata da parte loro, sia qualcosa che possa essere ignorato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico