Esteri

Colonie, Israele pronto a moratoria

Benjamin Netanyahu TEL AVIV. Il governo di Israele è pronto ad arrivare a un “compromesso concordato” sull’estensione della moratoria per la costruzione di nuovi insediamenti in Cisgiordania.

La notizia è stata confermata da un alto funzionario di Tel Aviv. “Israele è pronto a raggiungere un compromesso accettabile da tutte le parti a proposito dell’estensione del congelamento delle costruzioni, stante il fatto che il congelamento non sarà totale”, ha rivelato una fonte rimasta anonima. Il premier Benjamin Netanyahu “sta facendo sforzi notevoli per raggiungere un compromesso prima della scadenza della moratoria, il 26 settembre”, ha aggiunto la fonte.

Il presidente americano Barack Obama ha esortato Israele a “estendere la moratoria” sui nuovi insediamenti. Un appello rilanciato anche dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nell’incontro con il presidente egiziano Hosni Mubarak. Fonti israeliane hanno giudicato il discorso del presidente Usa “equilibrato”. Critici invece i coloni israeliani, che per bocca del Consiglio (Yesha) che li rappresenta ha accusato Obama “di essersi piegato alle minacce dei palestinesi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico