Montemaggiore

La Festa dei disabili conclude l’Estate Alvignanese

 ALVIGNANO. Si è concluso con grande successo il progetto “Estate Alvignanese” che ha consentito ai ragazzi disabili di essere i protagonisti di una serie di attività che l’associazione Umanità Nuova

… ha programmato insieme al coordinamento delle Associazioni Alvignanesi con la fattiva collaborazione dell’Amministrazione Comunale. L’estate dei disabili è stata tutta all’insegna della socializzazione, del divertimento ma non sono mancate anche iniziative di tipo formativo e culturale che sicuramente i nostri ragazzi non dimenticheranno facilmente.

Tra le tante ricordiamo “Estate in piscina” presso la struttura “Oasi del Sol” dove i disabili hanno realizzato una attività ricreativa presso la piscina annessa alla struttura. Il progetto di attività natatoria realizzato per i disabili residenti in Alvignano è servito, in primo luogo a favorire l’approccio all’attività sportiva da parte di bambini e ragazzi che presentano disabilità fisiche, psichiche, sensoriali o socio-relazionali ed anche ad offrire loro una opportunità di integrazione sociale. Ancora più affascinate è stata la visita presso il Parco della Reggia dove i veri protagonisti sono stati i ragazzi che hanno potuto partecipare ai Percorsi Tattili-Olfattivi, usufruire del Servizio di Accoglienza, orientamento e introduzione alla visita del Parco per ragazzi disabili (Sap).

I ragazzi hanno partecipato con enorme entusiasmo ai percorsi tematici e itinerari accessibili all’interno del Parco: “Il parterre e il Bosco Vecchio, La Peschiera Grande, La Via d’acqua, Boschetti, radure e alberi grandi”, utilizzando materiale illustrativo che descrive l’articolazione del parco con riferimenti storici, artistici, botanici. I percorsi tattilo-olfattivi sono stati realizzati appositamente per favorire la conoscenza sensoriale del patrimonio artistico e botanico del Parco della Reggia. Come ormai da ben quattro anni l’estate per i ragazzi disabili si è conclusa con una simpatica e divertente serata; i ragazzi ballando e cantando accompagnati dal maestro Aurelio Esposito si sono divertiti ed hanno gustato una ottima pizza, e non solo, nel locale Ristorante-Pizzeria Elitè della famiglia Rossi (Gianluca, Pasqualino Rita e Domenico), che con grande sensibilità e simpatia si è adoperata offrendo la pizza ai disabili come da tradizione. A loro va il nostro particolare ringraziamento ben sapendo che il prossimo anno saranno di nuovo insieme ai ragazzi disabili per offrire loro una simpatica serata; una menziona va fatta anche al maestro Aurelio Esposito, che come sempre in modo molto professionale, si adopera per far si che una serata qualsiasi diventi divertente, simpatica e da non dimenticare.

Particolarmente soddisfatta Irma Ciccolini, presidente dell’associazione Umanità Nuova che ha fortemente voluto queste attività: “Un grazie particolare lo voglio estendere alle associazioni che mi hanno aiutato in questa serie di iniziative, la Proloco Alvignanese con i ragazzi del Servizio Civile, la Protezione Civile, il Forum Comunale, l’associzione Mary Jo dance, l’Amministrazione Comunale di Alvignano e il Consigliere alle Politiche Giovanili Paola Corniello che si sono adoperati, con grande sensibilità, ma soprattutto con grande affetto affinché tutte le attività venissero progettate, seguite e realizzate. Spero che queste iniziative rappresentino l’inizio di un lavoro proficuo e che in futuro si possa continuare a realizzare eventi e manifestazioni, che nel loro piccolo, sono momenti di condivisione e partecipazione con i ragazzi disabili, favorendo la loro integrazione nel tessuto sociale. Alle associazioni ed alle persone che ci hanno aiutato nelle attività va un grande grazie, ma un ringraziamento speciale va ai ragazzi disabili ed alle loro famiglie che hanno, con entusiasmo, partecipato alle attività. Le attività messe in campo dalle associazioni in collaborazione dell’Amministrazione Comunale, non si esauriscono con l’Estate Alvignanese, ma già per il prossimo inverno ci sono attività in cantiere rivolte alla cittadinanza; quindi, come dire, alla prossima”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico