Caserta

La Casertana rifila tre reti al Marsala

 CASERTA. Con due reti di Sarli e una di Sergi, la nuova corazzata rossoblù, targata Verazzo-Pavarese, conquista 3 punti che la proiettano in testa alla classifica di serie D, in condomino con la Turris.

Casertana che presenta due novità: in panchina Della Ventura e Cordua, mentre al loro posto il giovane Pontillo (1991) e Marciano. Si osserva un minuto di silenzio prima dell’inizio del match per la morte prematura dell’ ex portiere della Casertana, Giuseppe Acerra. Gli spettatori sono circa 2500, segno del rinnovato entusiasmo verso questa squadra. Come previsto, gli ultrà hanno optato per lo sciopero del tifo per il primo tempo, protestando in seguito alle vicissitudini di questa estate tormentata per i colori rossoblù.

La partita vede una Casertana al risparmio, molto attenta nella gestione della palla, che non corre rischi, ma che crea poco. Deve essere per lo più la fantasia di Chietti a smuovere la situazione. Il più pericoloso si mostra comunque Sarli che si procura diverse palle gol. Dopo 10 minuti compare uno striscione tra i distinti: “Stop alle morti bianche”. A centrocampo si vede un’ ottima padronanza in cabina di regia del giovanissimo Pontillo. Al 27’ la Casertana si porta in vantaggio: azione di Corsale, uno tra i migliori oggi, sulla sinistra, cross pennellato al centro e Sergi che insacca nella rete avversaria. Il primo tempo si conclude così senza troppe emozioni, con una Casertana nettamente superiore che riesce a controllare la partita.

clicca per

ingrandire

Nel secondo tempo si decide tutto in 2 minuti: al 10’ la casertana ottiene un rigore dopo una grande azione in contropiede che vede Corsale in area di rigore, atterrato dal numero 6 avversario che viene espulso. Sarli si porta sul dischetto del rigore che viene respinto dal portiere avversario. Fortunatamente, sulla respinta riesce a insaccare. Gara in discesa per la Casertana in vantaggio di 2 gol e con un uomo in più. Infatti, dopo 2 minuti arriva il terzo gol: grande azione della Casertana che libera Guida sulla destra, cross al centro e colpo di testa di Sarli che realizza la sua doppietta personale. Si assiste davvero ad una Casertana spettacolo. A questo punto la Casertana si rilassa, provando giocate di alta scuola, mentre il Marsala prova con orgoglio a diminuire il pesante passivo. Ma c’è poco da fare, la partita si conclude tra i festeggiamenti dei tifosi locali.

I migliori in campo

Verazzo Oltre i 3 gol di domenica, voglio mettere in risalto i 3 gol di sabato, segnati dalla squadra giovanile: sono loro gli alberi da cui raccoglieremo i frutti. La Casertana ha dimostrato di essere una grande squadra, e forse, con un po’ di calore in più, avremmo anche passato il turno di Coppa Italia. Ho accettato questa sfida e non mi arrendo. In settimana avremo un nuovo sponsor che non è di Caserta. Purtroppo stiamo avendo molte difficoltà con gli imprenditori e le amministrazioni locali. L’unico che si è messo a disposizione è stato il sindaco di Capua. Il nostro terreno di gioco non è in perfette condizioni, questo anche perché la prima squadra e le giovanili non hanno un terreno su cui allenarsi. Sono rammaricato per quello che non avviene. Non si capisce che la Casertana può essere un indotto per l’intera provincia. Continuerò a lavorare, sperando che mi diano un terreno, che provvederò personalmente a sistemare, per fare lavorare i ragazzi.

Sarli Innanzitutto il mio primo pensiero va alla famiglia Acerra. Per quanto riguarda la Casertana, sono contento per il risultato e per la mia prestazione: a me piace molto svariare per il campo. Purtroppo devo dire che il campo è davvero in condizioni pessime: dalla tribuna forse non si nota, ma è davvero difficile mostrare il proprio tasso tecnico su questo campo. Anche io ho sbagliato dei passaggi che nella mia carriera non ho mai sbagliato. La prossima volta spero di vedere più tifosi. Contro il Sambiase sarà una trasferta dura.

Chietti Stiamo cercando ora di gestire le forze e di conseguenza il risultato. Siamo ancora in fase di rodaggio, bisogna mettere benzina. Ci sono molte partite, l’importante ora è sapersi gestire. Abbiamo un gruppo molto unito dove vedo grossa disponibilità da parte di tutti.

Pavarese Dobbiamo restare con i piedi per terra. Il campionato è lungo. Guardiamo di partita in partita. Come società ci stiamo muovendo per risolvere il problema del campo e per migliorare il terreno di gioco. Per ora siamo costretti ad allenarci al Pinto.

Pagelle
1. Di Matteo: 6,5

2. Guida: 6,5

3. Stigliano: 7

4. Marciano: 6

5. Miale: 6,5

6. Parisi: 7

7. Corsale: 7

8. Pontillo: 7 (84’ Leone: sv)

9. Sergi: 7 (73’ Giglio: 6)

10. Sarli: 7,5

11. Chietti: 6 (45’ D’Isanto: 6,5)

Il secondo gol della Casertana

Festeggiamenti finali

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico