Caserta

Consorzio Unico, tavolo tecnico Provincia-Sindacati

Provincia di CasertaCASERTA. Venerdì mattina, presso gli Uffici della Direzione Generale della Provincia di Caserta, si è svolta una riunione tra i rappresentanti della Provincia e quelli delle organizzazioni sindacali confederali (Cgil-Cisl-Uil) …

… in merito all’esame delle problematiche occupazionali del personale attualmente in servizio presso il Consorzio Unico di Bacino Napoli-Caserta. Presenti all’incontro il direttore generale della Provincia, Raffaele Picaro, il dirigente del Settore Ambiente ed Ecologia e Gestione Rifiuti dell’Ente, Paolo Madonna, e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali confederali.

Le organizzazioni sindacali hanno rappresentato che, a loro avviso, la metodologia seguita dalla gestione liquidatoria del Consorzio per la predisposizione della relativa dotazione organica non rispetta i criteri normativamente previsti, non essendosi, tra l’altro, provveduto ad una preventiva e concordata definizione dei parametri di selezione del personale.

I sindacati hanno manifestato forti preoccupazioni per le prospettive di ricollocazione dei lavoratori del Consorzio anche alla luce delle note preoccupanti che vengono diramate quotidianamente dal commissario liquidatore del Consorzio medesimo. Le stesse sigle sindacali hanno chiesto di profondere ogni sforzo, per quanto di competenza dell’Ente Provincia, per consentire il mantenimento e la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali anche attraverso la continua verifica delle attività in essere, nonché di quelle future, connesse al ciclo integrato della gestione dei rifiuti, al fine di consentire l’eventuale ricollocazione dei lavoratori. Infine, i sindacati hanno manifestato l’intenzione di richiedere agli organi competenti un’attenta e puntuale verifica relativa all’effettivo possesso dei requisiti di assunzione al 31.12.2008 in capo al personale attualmente in forza al Consorzio, al fine di porre rimedio ad eventuali discrasie che si dovessero registrare.

La Provincia, attraverso il direttore generale Raffaele Picaro, ha proposto alle organizzazioni sindacali l’attivazione di un tavolo tecnico permanente che, con cadenza quanto meno settimanale, consenta un costante monitoraggio della complessa vicenda e delle sue evoluzioni. Picaro, inoltre, ha ribadito che il presidente della Provincia, Domenico Zinzi, ha profuso, ed intende profondere, per quanto di competenza, il massimo impegno per assicurare la tutela del diritto al lavoro degli addetti del Consorzio Unico, ed in particolare di quelli dell’articolazione territoriale di Caserta, nello scrupoloso rispetto di quanto previsto dalle vigenti disposizioni normative e contrattuali.

La Provincia ha espresso, inoltre, comprensione per lo stato di disagio dei lavoratori del Consorzio, avendo ben presente le possibili ricadute sociali ed economiche da ascrivere ad eventuali esuberi, reiterando la propria ferma determinazione all’adozione di tutte le iniziative possibili a difesa degli interessi degli addetti e dei loro nuclei familiari.

Le organizzazioni sindacali hanno espresso apprezzamento per quanto rappresentato dalla Provincia e hanno manifestato piena condivisione rispetto alla proposta di creazione di un canale di comunicazione permanente e continuativo tra Provincia e sindacati confederali, che rappresenterà un prezioso strumento per la gestione dei problemi derivanti dalla piena applicazione di quanto statuito dalla legge n. 26 del 2010.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico