Campania

Lago Patria, torna la festa della Madonna del Lago

la messa sul lagoLAGO PATRIA. Celebrazione della Santa Messa e Processione in barca sul lago a forma di cuore. Sono i due momenti sacri della tradizionale “Festa della Madonna del lago”, …

… promossa anche quest’anno dalla chiesa della Sacra Famiglia di Lago Patria e da un Comitato di cittadini “pro costruzione nuova Chiesa” che sono riusciti ad avere il sostegno economico del Party House e dalla Vicigrado Costruzioni.

L’appuntamento è per le ore 17 di sabato 11 settembre nella magica cornice del Parco Archeologico e Naturalistico di Liternum che anche quest’anno accoglierà i partecipanti all’iniziativa che rispolvera un’antica tradizione. La Pro Loco Domitia, Ente gestore del Plan (Parco Liternum, Archeologico e Naturalistico) anche in questa occasione ha dato tutto il supporto richiesto affichè la festa possa essere davvero un forte momento di aggregazione dell’intera comunità che vive nella frazione costiera di Giugliano. “Con questa festa, annualmente, la comunità della fascia costiera rinnova un’antica tradizione che rispolverando le radici del passato, costituisce un importante momento di crescita della collettività locale, che consolida così il suo senso di appartenenza al territorio”, sottolinea il presidente della Pro Loco Luigi De Martino.

Alla manifestazione presenzieranno il Vescovo di Aversa S.E. Mario Milani, il clero della parrocchia della Sacra Famiglia guidato da don Maurizio Granara e don Rocco, i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Giugliano con il sindaco, Giovanni Pianese, e Luigi Guarino, presidente del Consiglio comunale, esponenti delle forze dell’ordine e della società civile oltre all’interà comunità religiosa che si raccoglie intorno alla chiesetta di Lago Patria.

Proprio da quest’ultima alle ore 17 si muoverà la Processione, accompagnata dalla Banda della Città di Casandrino diretta dalla maestra Antonella Frattolillo. Il corteo giungerà nel Parco Archeologico e Naturalistico di Liternum e dalla spianata bordo lago nei pressi del palco, una delegazione di officianti salirà in barca e la Processione scivolerà sulle acque del lago sino allo scoglio ove è posizionata la statua della Madonna del Lago per renderle omaggio e deporre un fascio di fiori.

 Doppiata la statua, al ritorno al Plan, sarà celebrata la Santa Messa officiata da Mons. Vincenzo Cacciapuoti, che chiuderà i festeggiamenti religiosi. Ma non vi è festa che non abbia il suo lato “profano” e protagonista di questo momento sarà proprio la Banda della Città di Casandrino con un repertorio di musiche che faranno da sfondo alle bancarelle che esporranno prodotti di artigianato locale, floreale, articoli sacri, quadri di autori contemporanei e persone impegnate nel volontariato.

Divertimento assicurato anche per i bambini allietati da un gruppo di animatori, clown e trampolieri. Uno spettacolo di fuochi pirotecnici terrà tutti con il naso all’insù e concluderà degnamente la festa dando appuntamento al prossimo anno.

QUALCHE NOTIZIA IN PIU’. Anche quest’anno Lago Patria si animerà per un’antica tradizione tornata alla ribalta dopo anni di dimenticanza. A riproporre la festa nel 2007, furono le famiglie eredi dei pescatori del lago, un piccolo gruppo di famiglie, che sessant’anni fa, ricavavano di che vivere dall’abbondante pescato del “lago a forma di cuore” in cui proliferavano cefali ed anguille, commercializzati sui mercati dei Comuni limitrofi. Al lago a “forma di cuore” sono legate tante storie specialmente a partire dal dopoguerra quando il lago Patria era vivo e dava da vivere all’intera città di Casapesenna che, nonostante fosse un paesino dell’interno, aveva una grande tradizione di pescatori che pescavano abbondantemente tutti i giorni organizzando battute di pesca. Qualche anziano “patriese” ricorda ancora il modo che avevano i pescatori a bordo delle barche di “accerchiare” il pesce e chiudere la battuta che rappresentava anche un modo per continuare tradizioni antiche di un luogo che aveva eletto il lago Patria a proprio mare. Con la manifestazione della “Festa della Madonna del lago” si intende rispolverare un forte legame con il passato di cui la zona è pregna di testimonianze. Sotto la superficie lacustre, infatti, abbondano i reperti archeologici della colonia romana insediata sulle sponde del lago di cui restano abbondanti reperti, che si stanno tentando di rivalutare con il parco archeologico di Liternum ancora in via di completamento. Intanto sulla superficie ogni giorno sfilano i canottieri che si allenano scivolando eleganti e leggeri a pelo d’acqua dove non è difficile imbattersi in cormorani, folaghe ed altri volatili acquatici che scelgono il lago per le loro migrazioni. “La Madonna del lago” una statua posta sull’unico scoglio del lago, vigila sugli sportivi e sui pescatori che solcano le acque del lago Patria. La Vergine Maria venerata nella chiesetta della Sacra Famiglia è la copia di quella accolta nel santuario mariano di Casapesenna meta di pellegrinaggi da ogni parte del mondo e punto di origine degli antichi pescatori del lago.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico