Campania

Il Napoli corsaro a Cesena, 4-1. Cavani show

CavaniIl Napoli passa a Cesena 4-1 nell’anticipo delle 12.30 della quinta giornata di Serie A. Protagonista del match Cavani, autore di una doppietta.

Gara sofferta per i partenopei che dominano il primo tempo senza segnare. Tutto avviene nella ripresa: al 2′ Parolo porta in vantaggio il Cesena. Il Napoli reagisce e Antonioli salva su Lavezzi e Cavani, poi il pari del ‘Pocho’ al 27′. Al 35′ il sorpasso dei partenopei – ora a 8 punti – col rigore di Hamsik. Alla fineè Cavani-show con la doppietta al 43′ e 47′.

Walter Mazzarri è stato espulso.Mal’episodioè passato in secondo piano di fronte alla prestazionemaiuscola del Napoli: “Siamo venutiqui aCesena a giocare a calcio – dice il tecnico ai microfoni di Sky Sport – Meritavamo di andare in vantaggiogià nel primo tempo. L’unico torto è stato non faregol, non aver concretizzato tutte le occasioni che abbiamo avuto.Probabilmente abbiamo bisogno di prenderne uno per scatenarci”.

L’allenatore ci tiene ad elogiare Yebda, Sosa e Cribari: “In questi giorni si era parlato male del nostro mercato e di loro in particolare. Oggi abbiamo visto di che pasta sono fatti: sono tre bravi giocatori che saranno molto utili al Napoli. Poi nel secondo tempo ho messo gente fresca…”. Già, Gargano e Cannavaro. Ma soprattutto Cavani, autore di una splendida doppietta: “Questi tre giocatori erano quelli che avevo impiegato di più. Anche loro avevano bisogno di rifiatare. Per poi essere inseriti nel momento in cui gli avversari fossero affaticati. Certo che, comunque, loro sono più titolari di altri”.

Ritornando sull’episodio della sua espulsione Mazzari chiarisce: “Avevo ragione io sul gol del Cesena: era fallo su Cribari. Quando un difensore è in anticipo non ha motivo di cadere. Poi al massimo si strattonano entrambi e in questi casi si dà ragione al difensore. Il nostro rigore? C’era. Il piede di Zuniga è dentro l’area”.Gli chiedono se a Napoli è più difficile gestire le sconfitte o l’esaltazione per le vittorie: “Entrambe le cose. Napoli è una piazza esigente, siamo sempre sotto pressione. Ma io sono contento così, a me piacciono le sfide e le difficoltà”.

CAVANI. Edinson Cavani è l’assoluto protagonista della gara. Adesso è a quota 5 reti come Samuel Eto’o: “Sono contento per la doppietta, ma è tutta la squadra ad aver giocato alla grande. Siamo scesi in campo per vincere e ci siamo riusciti. Adesso ci manca la continuità al San Paolo, forse abbiamo troppa ansia di chiudere la partita e ci disuniamo. Dobbiamo giocare sempre così». Adesso c’è lo Steaua: «Partita difficile, ma dobbiamo farcela”.

DE LAURENTIIS.Felice per il successo anche il presidente De Laurentiis: “Ho esultato dentro di me perché ero accanto al presidente del Cesena Campedelli e non mi sembrava corretto. Lui è stato molto educato ad invitarmi accanto a lui per vedere la partita. Di solito non mi succede mai. Mi è dispiaciuto che non siamo riusciti a segnare nel primo tempo, lo avremmo meritato. Dopo il gol del Cesena, non ero preoccupato. Più che altro pensavo se ci fosse o meno il fallo su Cribari. L’ingresso di Cavani e Gargano è stato decisivo e siamo riusciti a ribaltare il risultato. Sosa e Yebda sono, comunque, giocatori importanti. Ha fatto bene Mazzarri a preservarli, sono tra quelli che hanno giocato di più. Abbiamo tante partite. La crisi al San Paolo? Non sono d’accordo, magari sono stati momenti un po’ così, una volta si diceva che vincevamo solo in casa. Dobbiamo avere pazienza. Contro la Roma, ad esempio, sarà una gara difficile perché hanno vinto con l’Inter e giocheranno martedì in Champions. Hanno due giorni in più per riposare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico