Aversa

Igiene e sicurezza, Pd: “Denunceremo i responsabili delle irresponsabilita’”

Mariano D’AmoreAVERSA. “La città è abbandonata”, è la sintesi della lettera, indirizzata al sindaco Domenico Ciaramella, a firma del segretario cittadino del Pd Mariano D’Amore.

“Una forza di opposizione, qual è il Pd, – scrive D’Amore – controlla politicamente l’operato dell’amministrazione ed avanza proposte migliorative all’azione di governo della città. Ma che dire quando la questione riguarda un vero e proprio abbandono della stessa? Che dire quando le omissioni, protratte nel tempo malgrado il ‘grido di dolore’ che si leva da ogni parte della città, rasentano la protervia? Cosa fare a questo punto? Nel mese di luglio, il Pd intese dar voce all’esasperazione della cittadinanza per l’assenza di ogni funzione di controllo sul territorio in termini di igiene ed ancor più di sicurezza. L’indecenza fu documentata con decine di pannelli che presentavano la registrazione fotografica dell’incuria amministrativa, in certi casi spinta fino all’incredibile. La presentazione era stata preannunciata a mezzo stampa. Non fu rilevata la presenza di alcun amministratore. Preannunciammo anche che a settembre saremmo tornati sui luoghi nella speranza di trovare una situazione visibilmente migliorata e che avremmo inviato un dossier al sindaco. Come si può rilevare dalla nostra documentazione (che è solo ‘a campione’), le inadempienze sono tante e di tale gravità da costituire situazioni di pericolo permanente (mesi e mesi) per interventi non eseguiti di manutenzione e di ripristino di minima o modestissima entità”.

Quindi, nessun alibi economico secondo D’Amore. Si tratta, invece,, continua il segretario Pd “di una situazione fuori controllo, in cui i dirigenti comunali non dispongono e gli assessori ed il sindaco non controllano. Di solito conseguentemente, in situazioni di questo genere, gli uffici legali sono inondati da richieste di cittadini danneggiati e la comunità paga. Basta”.

Il Pd, quindi, intende procedere in ogni sede, non solo quelle politiche, per chiedere “che i responsabili di tanta ‘irresponsabilità’ siano chiamati a risarcire personalmente i danni procurati per il mancato esercizio delle funzioni per cui sono retribuiti o per cui sono stati eletti”.

Articoli correlati

Pd: “Un book fotografico sugli scempi della giunta Ciaramella” di Leonardo Tessitore del 27/07/2010

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico