Aversa

Ciaramella-Sagliocco: “partita a scacchi” per la nuova giunta

Domenico CiaramellaAVERSA. Ma siamo proprio sicuri che il primo cittadino di Aversa Domenico Ciaramella stia varando una nuova giunta?

A sentire le indiscrezioni, durante tutta l’estate e che proseguono anche in questo avvio d’autunno, sembra quasi che il ciaramellone cittadino sia preso da indecisione atavica sulla scelta dei componenti nuovi dell’esecutivo. Allora perché non ne nomina una nuova? Semplice nella sua complessità, se a Roma la guerra tra le più importanti componenti del Pdl non trova una soluzione più o meno condivisa, qui, nel piccolo, la medesima situazione si ripercuote sulla vita politica della città.

Insomma, la fascia tricolore sta giocando una partita a scacchi con il suo antagonista di sempre, l’ex consigliere regionale Peppe Sagliocco. Se il più votato in città durante le ultime regionali passerà con il gruppo dei finiani allora salterà la testa di Alfio Verde, assessore al commercio in quota ‘dissidenti’, se invece gli equilibri rimarranno gli stessi il ricambio in giunta diventerà tecnico. Si darà spazio, e quindi visibilità, ai fedelissimi di Ciaramella, già pronti a scaldare i muscoli. Alcuni esempi. L’attuale assessore alle politiche sociali Vincenzo Lanzetta sarebbe pronto a sostituire il neo assessore nonché vicepresidente della provincia Nicola Golia alla carica di segretario cittadino del Pdl.

Liberata la poltrona, potrebbe essere occupata da Alfonso Oliva o da Carlo Amoroso. Visto che l’entrata in giunta di Oliva comporterebbe lo scatto del primo dei non eletti della lista “Città della Libertà”, cioè Antimo Menale, sagliocchiano doc, la poltrona tanto ambita potrebbe rimanere solo una speranza che non si concretizza.

Per non parlare della posizione di Giampaolo dello Vicario, neo consigliere provinciale, che più volte con i suoi ‘no’ secchi ha messo la parola fine al sogno di Michele Galluccio di subentrargli in giunta. Poi ci sono e restano saldamente attaccati alle poltrone i super favoriti del primo cittadino: gli assessori Nicola De Chiara, Salvatore Rotunno, Pasquale Diomaiuta, Luciano Luciano che dormono sogni tranquilli.

Quindi, se Ciaramella dovesse mai creare un nuovo esecutivo o sarebbe tanto masochista da inserire in consiglio forze politiche contrarie alla sua maggioranza o dovrebbe ripensare alla soluzione, già adottata in passato e con risultati non proprio felici, della giunta tecnica. Insomma, per il momento, e pensiamo che sarà un momento lungo, tutto rimarrà così come è. Con la buona pace di tanti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico