Sant’Arpino

Calcio, il Gladiator punta sul santarpinese Davide D’Elia

Davide D'Elia SANT’ARPINO. “Sarà un Gladiator giovane, perché mi piace lavorare con i ragazzi, e faremo di tutto per valorizzarli.

Ringraziamo l’Aversa Normanna che ci ha prestato molti calciatori promettenti, gli ultimiin ordine di arrivo sono i due centrocampisti classe1992 Davide D’Elia (nella foto) e Vincenzo Mormileche faranno di tutto per mettersi in mostra”. Con queste parole il direttore sportivo del Gladiator, Tonino Caso, fiducioso e sempre attento al mercato ha anticipato gli obiettivi futuri senza perdere di vista il presente. E fra i talenti della squadra sammaritana Caso pone in evidenza il diciottenne D’Elia, giovane talento di Sant’Arpino.

La politica del duo Gaudiano-Salzillo è stata chiara: investire sulla linea verde perché la crisi economica è ancora forte: “Stiamo cercando di fornire a mister Mazziotti – continua Caso – un organico giovane ma già competitivo. Non a caso ci siamo assicurati giocatori che vantano già esperienze in campionati regionali e che nonostante l’età di lega potranno essere molto utili alla nostra causa. Cosa manca al Gladiator? Probabilmente un attaccante di esperienza, uno che riesca a garantirci un bel numero di gol”.

Negli ultimi giorni erano spuntati i nomi di Sticco e Zaccaro, ma il direttore taglia corto: “Ipotesi tramontate sul nascere. Per il primo ci sono problemi di lavoro che gli impediscono di allenarsi con continuità. Il secondo è infortunato e i tempi di recupero sono di almeno due-tre mesi. Non potendo aspettare tutto questo tempoaspetto una risposta da un altro bomber il cui nome ovviamente resta top secret”.

Con il ripescaggio di Arzanese e Sibilla in serie D i sammaritani potrebbero ritagliarsi un ruolo da protagonista nel girone di Eccellenza. “Sognare troppo fa male – prosegue sorridendo Caso – perché il nostro obiettivo resta la salvezza. Rosa giovane, budget limitato, se avessimo potuto avere le risorse di Durazzano e Internapoli che partiranno con i favori dei pronostici avremmo sicuramente alzato il tiro”. Dunque permanenza in categoria senza soffrire strizzando l’occhio ai playoff: “Guai a perdere di vista il traguardo stagionale – conclude il ds – ma confidando nelle capacità del tecnico e nella voglia di emergere dei ragazzi sono sicuro che potremo dire la nostra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico