San Marcellino

Picchiava e derubava ragazzi: preso “bullo”

 SAN MARCELLINO. Sceglieva le sue vittime tra quelli più piccoli di lui, li malmenava e si faceva consegnare cellulari e soldi.

Ma l’ultimo colpo l’ha portato dritto tra le mura del centro prima accoglienza per minori Colli Aminei di Napoli con l’accusa di concorso in rapina aggravata. Il suo complice, anch’egli minorenne, già identificato, è attivamente ricercato. Ha 14 anni il ragazzino che è stato bloccato dai carabinieri a San Marcellino.

Le vittime, superata la paura, dopo un paio di giorni hanno raccontato la terribile avventura ai genitori che hanno denunciato l’aggressione durante la quale erano stati rapinati di cellulare e soldi. Rassicurate dalle mamme e dai carabinieri della locale stazione, le vittime hanno fornito la descrizione dei due bulli contribuendo all’individuazione. I due ragazzi erano già sotto osservazione da parte dei militari che li hanno riconosciuti proprio dal modus operandi.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Abruzzo, blitz del Nas in allevamenti e agriturismi tra Chieti e Teramo - https://t.co/JL8Y9VbFtI

Aversa, la maggioranza: "Basta disinformazione, ieri approvate 12 delibere all'unanimità" - https://t.co/iln1qV2KAe

Vasto incendio nel Pisano: centinaia di sfollati. Si indaga per rogo doloso - https://t.co/1h66zIcVOK

Rapina Lanciano, identificati i volti dei malviventi. Su movente ipotesi maxi vincita in denaro - https://t.co/aUYyk9PXHS

Condividi con un amico