Orta di Atella

Pd alla maggioranza: “Incalzeremo sui reali problemi del paese”

Partito Democratico ORTA DI ATELLA. Il Partito Democraticoritiene necessario stigmatizzare quanto dichiarato di recente dalla maggioranza Brancaccio.

In una nota, i democratici affermano:

L’obiettiva quanto realistica e veritiera analisi politica fatta dalla sezione locale del Pd qualche giorno addietro, avente il solo ed unico scopo di spronare e stimolare l’Amministrazione Comunale ad impegnarsi seriamente al fine di cominciare quantomeno a risolvere l’enorme quantità di problemi locali (alcuni dei quali elencati come un pro-memoria), nel solo ed unico interesse della Collettività Ortese, ha sortito, purtroppo, incomprensibilmente, l’effetto che mai avremmo auspicato per il bene di Orta.

Esattamente ad una settimana dalle accurate e responsabili considerazioni costruttive di carattere politico-amministrativo fatte dal Partito Democratico, la “maggioranza monocolore” brancacciana di destra che governa Orta, spalleggiata da ex “diseredati” e “ripudiati”, oggi “figliuol prodighi rilegittimati”, riabilitati e riammessi a pieno titolo per ritrovate virtù alla corte dell’arroganza, della menzogna e del vuoto politico, ha tuonato la sua ira ed ha espresso la sua collera!

Dall’alto della montagna dei gravi problemi che attanagliano il nostro paese, l’armata brancacciana composta da schiere di adepti adirati ed agitati per le “sacrileghe riflessioni politiche” fatte dal Partito Democratico, ha lanciato i suoi strali ed ha proferito il suo anatema zeppo di imprecazioni, ma privo di contenuti politici mettendo semplicemente a nudo la solitudine della forza dei numeri e la debolezza delle argomentazioni. La “grande ammucchiata” pur sforzandosi nell’intento provocatorio di incutere timore, è riuscita a malapena, faticosamente e con affanno ad esprimere miseramente e ripetutamente solo l’ abnorme carica di demagogia e di falsità che la caratterizzano politicamente, fuggendo come sempre, istrionicamente dalle sue responsabilità e dai drammatici problemi d Orta di Atella.

La destra di stampo brancacciano, pur utilizzando al meglio i propri mezzi e le deboli risorse politico-culturali di cui dispone, e pur fregiandosi di una ancestrale esperienza in campo amministrativo qui ad Orta, anzichè dirci come intende risolvere i problemi esistenti e da noi evidenziati, non riesce a far di meglio che a reagire istericamente e a metterla sul piano della rissa verbale ed inveire in modo deprimente ed avvilente contro il Partito Democratico. Non è certamente in tal modo che si risolvono i problemi di Orta, problemi di cui la “destra monocolore ortese” , è, lo ribadiamo, ampiamente e totalmente responsabile. Non è certamente con attacchi personali ai dirigenti di un partito che hanno semplicemente esposto con una serie di considerazioni socio-polito-amministrative, talune problematiche, evidenti e note tutti che si amministra e si risolvono i problemi del paese.

E’ evidente che la destra brancacciana intende eludere in tal modo, la serie di problematiche enunciate dal Pd, anzicchè affrontarle e risolverle ; è evidente che nel dito messo nella piaga delle inadempienze politico amministrative di tale maggioranza, essa non ha saputo fare altro che scagliarsi con rabbia ed acredine contro il Pd, unitamente a “truppe camellate” neo-trasformiste. La destra brancacciana non si illuda in tal modo, di continuare a nascondersi, “vivacchiare” e gestire alla “vecchia maniera”, l’Ente Locale, mistificando ad arte la terribile quanto grave realtà dei fatti. Sarebbe pura follia.

I problemi sociali, ambientali, urbanistici, etico-politici economici e di legalità, mascherati ad arte finora, avvolti nell’involucro asfittico di una cappa micidiale e irrespirabile, sono giunti come nodi al pettine e gridano soluzione e giustizia! Non possono essere soffocati dalla vergogna del silenzio e dall’omertà politica di chi si illude di poter ancora spadroneggiare in questo paese.

Il Pd, sin dalla sua nascita ad Orta, ha segnato con chiarezza gli obiettivi da conseguire, il suo percorso, maturando sempre più la convinzione e la cultura politica della gestione della res publica in modo alternativo al populismo basato sulla concezione dellla leadership “unta” del cosenso popolare, dunque “suprema” e “padrona” avulsa dal rispetto delle più elementari regole che la democrazia insegna e l’etica politica impone.

L’azione politica del Partito Democratico ad Orta, tanto in sede Istituzionale, quanto nella pubblica operatività quotidiana sarà sempre ispirata dallo stesso comune denominatore: l’affermazione della legalità ed il rispetto dell’uomo nella sua più totale, completa e profonda visone. Il tutto, in antitesi all’aberrante logica “dell’imperio”e del “comando” che ispirandosi a metodi, azioni, liturgie e linguaggi offensivi e distruttivi, hanno devastato il territorio e regnano tuttora sovrani nella concezione amministrativa e nell’azione di governo della destra monocolore ortese; una destra perniciosa, così com’ è, convinta di poter tirare a campare propinando lo stanco, balbuziente, retorico e vecchio ritornello del si … ma … stiamo vedendo … state tranquilli che tutto procede a gonfie vele. Il Pd dice no a tutto questo.

Il paese non può attendere. Ci sono problematiche ed esigenze politiche urgenti da affrontare e risolvere a partire dal ripristino della legalità e della democrazia, ponendo al centro dell’azione amministrativa gravi ed annose problematiche sociali, urbanistiche ed ambientali che affliggono Orta e che segnano marcatamente l’incapacità, l’inagibilità ed i limiti operativi dell’attuale maggioranza che governa Orta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico