Orta di Atella

Ambiente, Rainone (Pd) accusa la maggioranza

Salvatore RainoneORTA DI ATELLA. “La politica non può andare in ferie”, afferma il consigliere di opposizione del Pd Salvatore Rainone.

“Uno dei parametri per valutare il buon governo di un paese o di un territorio – continua l’esponente dei democratici – è il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente; parola che molti strumentalizzano per avere una qualche visibilità, senza conoscerne la complessità della sua gestione. Non è un fenomeno solamente del territorio atellano perchè investe gran parte della Campania”.

Rainone, però,segnala che “il territorio ortese è particolarmente abbandonato e chi dovrebbe curarsene pensa aicani randagi (con tutto il rispetto ed amore). Solo chi non conosce il territorio e lo vive in modo virtuale non si rende conto del gravissimo inquinamento che assale il cittadino di Orta. Ad esempio, tutte le fogne sono occluse e la manutenzione dovuta, da chi prende salate tasse dai cittadini, non viene attuata. O le strade campestri, a cominciare dal prosieguo di via Clanio, colme di rifiuti di tutti i generi. Periodicamente vengono incendiate ed irrorano di diossina pura le coltivazioni di peperoni, melanzane, pomodori, patate, uva, ecc., che i nostri eroici, residui contadini si sforzano di coltivare nel poco terreno scampato alla cementificazione (terreno già fertile dell’agro atellano)”.

“Ma quale seria progettazione c’è perchè si possa vivere in modo normale? Quale controllo avviene sugli incendi criminosi di ogni tipo di materiali, proprio nei campi dove si coltiva?”, si chiede Raione. “E’ una richiesta naturale, non assurda. – continua il consigliere – Questi sono solo alcuni dei problemi che intendiamo monitorare come azione sociale, oltre che politica”.

Rainone sottolinea, ancora una volta, che è “alieno da ogni sindrome di campagna elettorale” ma che, “fermamente di sinistra”, è “coerente al programma di legalità, giustizia sociale, riformismo positivo, servizio per la società. Queste – conclude – sono le finalità che intendo rappresentare e difendere con chi è lontano dal trasformismo, con chi è invendibile, con chi esercita la politica come servizio sociale e non con chi promuove sè stesso o il proprio tarnaconto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico