Italia

Ferragosto bagnato e traffico intenso per controesodo anticipato

 ROMA. Il maltempo non concede una tregua neppure il giorno di Ferragosto al Centro e al Nord. Esondazioni e smottamenti si sono registrati in Trentino durante la notte, forti piogge un po’ su tutta la Lombardia.

Il tempo, bello al Sud, dovrebbe migliorare nel corso della giornata anche nelle regioni centrali e settentrionali. Lunedì tornerà a splendere il sole su tutta l’Italia, anche se le temperature scenderanno. Il traffico, invece, concede una tregua domenica mattina.

L’Anas fa sapere che si circola in modo scorrevole sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, senza rallentamenti neppure in corrispondenza dei cantieri inamovibili. Nel pomeriggio, però, a partire dalle ore 17, e lunedì mattina, scatta il bollino rosso per il controesodo e sono previsti flussi di circolazione in aumento verso nord, per i primi rientri dalla vacanze d’agosto, che si sommano ai rientri dai weekend. L’Anas ricorda che la circolazione viene favorita anche dal blocco dei mezzi pesanti che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disposto fino alle ore 24 di domenica. Code fino a quattro chilometri causate da un incidente sull’autostrada A22 del Brennero da prima delle 10.30 di domenica, tra Bressanone e Vipiteno.

ESONDAZIONI E SMOTTAMENTI IN TRENTINO.Le forti piogge che proseguivano da tre giorni in Trentino sono terminate domenica mattina, con il cielo tornato sereno. Poco prima delle sei, dalla montagna Costalta si sono staccati circa due mila metri cubi di terreno che hanno invaso una ventina di abitazioni in località Campolongo, nel comune di Baselga di Pinè. Per sicurezza, le abitazioni sono state evacuate e una persona cardiopatica è stata trasportata in elisoccorso all’ospedale S.Chiara di Trento, secondo quanto informano i Carabinieri. Al momento non risultano feriti. Nella stessa località, già verso le tre il Rio Campolongo era rimasto

ostruito ed era tracimato, a causa del deposito di terra e fango scesi per le piogge. Aveva allagato quattro abitazioni e completamente sommerso un piccolo ponte di collegamento tra le due rive. La Protezione civile, con i Vigili del fuoco, erano intervenuti per evacuare in via precauzionale le case e mettere sacchi di sabbia sugli argini. Un campeggio della zona a Campo Maglio era rimasto isolato, con una trentina di persone all’interno. Per lo straripamento del fiume Sarca, invece, sono stati evacuati gia’ ieri sera alle 23 due campeggi a Pinzolo, vicino a Madonna di Campiglio, così come nella notte, intorno alle 4,30, altri due campeggi sono stati evacuati dalle rive del Sarca, ad Arco, dove il fiume è straripato in più punti. Nella zona è stata chiusa una strada comunale, mentre in Valsugana, poco prima delle 2,30 è stata interrotta la Statale all’altezza di Tenna, per le abbondanti piogge.

STRARIPA IL FIUME LAMBRO. L’allerta maltempo è cessato già domenica mattina in Liguri, anche se per tutta la notte sono continuati gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti di strade e scantinati dovuti agli acquazzoni che hanno interessato la Riviera di Ponente. La zona più colpita è stata quella di Alassio e Albenga. Non va meglio in Lombardia. Nella notte il fiume Lambro è straripato nel parco di Monza. L’acqua ha allagato vaste zone di prato e di bosco già invase dall’acqua per l’esondazione di giovedì scorso. Le aree allagate sono «casse di espansione» per le piene del fiume dato che si trovano appena a monte della città e la loro inondazione serve ad alleggerire la pressione dell’acqua sugli argini artificiali eretti nel tratto urbano del Lambro. A causa dello smottamento del terreno provocato dalle piogge torrenziali di questi giorni la linea ferroviaria Monza-Molteno-Lecco è interrotta da domenica alle 10 nel tratto tra Valmadrera e Oggiono. Il traffico ferroviario, secondo le Ferrovie dello Stato, sarà ripristinato tra un paio di giorni.

TROMBA D’ARIA ALL’ISOLA DEL GIGLIO.Sempre nel corso della notte una tromba d’aria si è abbattuta all’Isola del Giglio (Grosseto). Il forte vento e la pioggia hanno creato notevoli disagi: alcuni alberi di alto fusto sono caduti sulle auto in sosta. Nessun danno, comunque, per gli abitanti e neppure per i tanti turisti che sono nell’Isola.
VACANZE MORDI E FUGGI. Vacanze di Ferragosto mordi e fuggi per tanti italiani, con le grandi città semivuote ma non proprio deserte e con un occhio alla spesa, anche quella del tradizionale pranzo di Ferragosto, che per la prima volta negli ultimi dieci anni vedrà una contrazione. Secondo i dati elaborati da Telefono Blu, sono 35 milioni gli italiani in vacanza in questo weekend, ma per 10 milioni si tratta di una pausa di pochi giorni mentre per molti le ferie sono già finite: tanto che già da stasera sarà bollino rosso per i ritorni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico