Italia

Brambilla: “Palii come la corrida”. Scoppia la polemica

Michela Vittoria BrambillaROMA. Il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, paragona “certi palii alla Corrida”. “Se la Catalogna ha rinunciato alla corrida anche noi possiamo rinunciare a qualche corsa o palio”.

Poi, annuncia la firma di un decreto per stabilire i contributi agli enti pubblici per le iniziative e le manifestazioni turistiche che “non dovranno comportare lo sfruttamento degli animali”. E scoppia la bufera. Tutti pensano ai palii più famosi: da quello di Siena a quello di Feltre, vere e proprie istituzioni cittadine e nazionali.

In serata però, il ministro divulga una nota di parziale rettifica e dice: “Non ho proposto l’abolizione di alcuna manifestazione, nè tantomeno del palio di Siena, tradizione molto celebrata e sulla quale non ho espresso alcun giudizio. Mi riferivo a tutte le manifestazioni che utilizzano animali allo scopo di valutare se esse sono produttive di effetti positivi e quindi si rende opportuno promuoverle e sostenerle con maggiore vigore in quanto patrimonio della nostra tradizione, o se in taluni casi non sia meglio rivederne la forma o addirittura farne a meno”.

La reazione del sindaco di Siena non si era fatta attendere. “Chi segue il turismo si dovrebbe preoccupare di conoscere il Palio e di capire quanto questa manifestazione sia davvero veicolo di promozione del nostro paese. È davvero incredibile che invece un ministro italiano rilasci dichiarazioni come questa, del tutto priva di fondamenti, mai era accaduto in precedenza. Questa sì che è una vergogna per il nostro paese e un attacco a tutta nostra città”. Così, in una nota, il sindaco di Siena Maurizio Cenni (Pd) commentando le prime dichiarazioni del ministro. “Il Comune di Siena – aggiunge Cenni – adirà alle vie legali se risulteranno confermate le affermazioni del ministro Brambilla relative al maltrattamento e sfruttamento degli animali collegate al Palio di Siena. Inoltre, il Palio è di tutta la città, la politica ha un altro ruolo. Per quanto riguarda il nostro Palio, noi abbiamo applicato l’ordinanza del sottosegretario Francesca Martini per la tutela degli animali. Sottosegretario che fa ancora parte del governo di cui è ministro la stessa Brambilla. Dall’applicazione della stessa ordinanza Martini il Palio di Siena risulta promosso a pieni voti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico