Home

Ibrahimovic, Galliani: “Ci proviamo, ma è difficile”

Ibrahimovic Ibrahimovic potrebbe arrivare al Milan. La speranza per i tifosi rossoneri l’ha accesa l’ad Galliani, che parlando poco prima del Trofeo Berlusconi, ha assicurato che la società “ci proverà a portarlo a Milano”, anche se – ammette – “è difficile”.

Il possibile arrivo dello svedese ex Inter darebbe l’opportunità al Barcellona di ritornare alla carica con l’Arsenal per Cesc Fabregas. Il retroscena arriva dal Mail on Sunday, secondo cui il club catalano potrebbe decidere di lasciare andare via Ibrahimovic anche in prestito pur di reinvestire il denaro risparmiato dall’ingaggio dello svedese (circa 9,5 milioni a stagione) in un nuovo assalto a Fabregas. Il centrocampista dei Gunners, tuttavia, ha già ufficializzato la sua decisione di restare a Londra nonostante le lunsinghe del Barca che aveva formulato un’offerta di 35 milioni all’Arsenal.

A complicare la permanenza dell’attaccante a Barcellona ci sarebbero le scelte di Guardiola. Nel match di Supercoppa spagnola non è passata inosservata l’assenza dal campo di Ibrahimovic, rimastorelegato in panchina per tutti i 90 minuti, nonostante il largo punteggio (4-0 finale) dei catalani sul Siviglia. Il mancato ingresso dello svedese ha subito dato il via all’interpretazione più ovvia sulla stampa spagnola: l’addio dell’attaccante è vicino, destinazione Milan.

Guardiola dal canto suo, parlando nel dopogara con i giornalisti presenti al Camp Nou, ha dribblato la domanda limitandosi a richiamare non meglio precisate “ragioni tecniche, come del resto tutti gli altri giocatori che non sono scesi in campo” a chi gli domandava il motivo dell’esclusione dello svedese. Parole che non convincono i media spagnoli, nè quelli catalani. In particolare Mundo Deportivo parla di un Ibrahimovic ormai “sentenciado, (condannato, ndr)” a lasciare Barcellona.

Intanto, dopo la sconfitta ai rigori con la Juventus di domenica sera al Trofeo “Luigi Berlusconi”, Galliani sull’attuale stato di forma della squadra Galliani ha preferito non sbilanciarsi: “Non voglio fare dissertazioni tecnico-tattiche, – ha detto il dirigente rossonero – mi sembra che la squadra stia bene, vedremo all’inizio del campionato. Sono abbastanza ottimista”. Su Boateng, Galliani ha detto che “forse acquisiremo la compartecipazione subito”. E tra le nuove leve rossonere c’è ancheil figlio di Pierluigi Casiraghi, attuale ct dell’Under 21,”che ha 13 anni, – spiega Galliani- e giocherà nel Milan”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico