Matese

Semina il panico con la moto lungo la provinciale: denunciato minorenne

carabinieri PIEDIMONTE. Forse immaginava di aver scambiato la strada provinciale che collega Piedimonte Matese con Capriati al Volturno per la pista di un circuito del gran premio di motociclismo e forse aveva anche immaginato di essere “Valentino Rossi”, …

… uno studente, 16enne di Capriati, è stato sorpreso dai carabinieri alla guida di una moto di grossa cilindrata incurante dei limiti di velocità e mettendo in gravissimo pericolo l’incolumità e la sicurezza stradale.

Il ragazzo che con la sua condotta di guida stava seminando il panico sulla strada provinciale è stato immediatamente bloccato, i militari ci hanno messo poco a scoprire che essendo minorenne non aveva mai conseguito alcun tipo di patente. La moto, che tra l’altro veniva guidata senza indossare il previsto casco protettivo, era stata prelevata all’insaputa dei genitori ed è finita così sotto a sequestro, mentre per il minore è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Napoli.

I carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, agli ordini del capitano Salvatore Vitiello, in conseguenza dell’introduzione del nuovo codice della strada, hanno deciso di intensificare ulteriormente i controlli, proprio per prevenire e scongiurare gravi incidenti stradali che proprio durante il periodo estivo, quando centinaia di vacanzieri si mettono in viaggio, tendono purtroppo ad aumentare.

Nelle ultime ore sono stati istituiti numerosi posti di blocco lungo le principali arterie stradali che attraversano i vari comuni del comprensorio matesino, Piedimonte Matese, Alife, Alvignano, Ailano, Prata Sannita, Capriati al Volturno, Dragoni, Gioia Sannitica, San Gregorio Matese ed altri territori limitrofi. Nel corso delle attività sono stati sottoposti a controllo 120 veicoli in transito e identificate 145 persone. 25 sono state le contravvenzioni contestate per un importo totale di oltre 3mila euro e il conseguente decurtamento di punti sulle patenti di guida.

Tra le infrazioni più frequenti risultano quelle per il mancato rispetto dei limiti di velocità e della segnaletica stradale, il mancato possesso dei documenti di guida o di circolazione, la mancata revisione del veicolo, il mancato uso delle cinture di sicurezza e l’utilizzo del telefonino cellulare durate la guida. Ritirati anche 4 tra documenti di circolazione e di guida, sottoposti a sequestro 2 veicoli privi di copertura assicurativa.

Particolare attenzione è stata prestata nei confronti di coloro che si mettono eventualmente alla guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, attraverso l’utilizzo di un sofisticato apparato etilometro in dotazione alle unità di pronto intervento dell’Arma.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico