Matese

Il Comune rivede bando di concorso. Pdl: “Abbiamo avuto ragione”

Biagio Molitierno PIEDIMONTE. Il Pdl ha avuto ragione. Nello scorso mese di luglio i berlusconiani denunciarono che l’amministrazione Cappello, nell’indire il bando di concorso per un dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, aveva illegittimamente escluso dalla possibilità di partecipazione i possessori di laurea in architettura.

Tale comportamento era stato censurato dallo stesso Ordine degli Architetti di Caserta, con una nota del 27/05/2010, totalmente ignorata dall’amministrazione.

“Noi ci chiedemmo – spiega il coordinatore cittadino del Pdl Biagio Molitierno – se tali comportamenti derivassero solamente dalla arroganza di cui ripetutamente ha dato prova l’amministrazione dalla data della sua elezione, oppure, se una simile scelta fosse finalizzata ad uno scopo ben preciso, quello cioè di ‘blindare’ il concorso per qualcuno. L’Amministrazione, come sempre, non rispose alle precise domande e richieste di chiarimenti, limitandosi al solito copione fatto di insulti, di accuse alla precedente amministrazione e di lodi autorefenziali al lavoro amministrativo svolto”.

Poi, a distanza di oltre un mese, il 24 agosto, è stata pubblicata la riapertura dei termini del bando di concorso che stavolta prevede la possibilità di partecipazione per i laureati in architettura. “La nostra azione di controllo e di denuncia ha avuto effetto, – sottolinea Moliterno – ed ancora una volta l’amministrazione comunale è stata costretta a ritornare sui suoi passi. Noi continueremo a monitorare e controllare sia questa procedura, che l’intera azione amministrativa della giunta Cappello, affinchè la stessa sia espletata nell’interesse di tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico